Due ragazzi: uno di Vallecrosia e l’altro di Imperia sono rimasti vittime di una truffa da annuncio, messa a segno da padre e figlia, abitanti in provincia di Teramo, che sono stati denunciati dalla polizia. I due avevano acquistato sul web una consolle di gioco, a prezzo molto vantaggioso, ma dietro si nascondeva il tranello.

La vicenda inizia quasi otto mesi fa, quando il primo dei ragazzi truffati si reca in Questura, a Imperia, per denunciare la truffa subita sul sito Subito.it, asserendo di aver pagato 150 euro per una “Nintendo Switch” che però non è mai arrivata; vani i tentativi di mettersi in contatto con il presunto venditore che, ricevuto il pagamento su una carta Postepay, è sparito cancellando l’annuncio. Poi il secondo ragazzo che denuncia lo stesso fatto (a essere diverso era solo l’importo sottratto e cioè 180 euro stavolta).

A seguito di accertamenti tecnici sia sulle carte Postepay utilizzate per il versamento che attraverso complicate ricerche di geo localizzazione degli indirizzi IP riconducibili ai truffatori, i poliziotti hanno scoperto che i due ragazzi erano stati truffati dalla stessa famiglia.