Carmelo

Le guardie regionali tentano di catturare Carmelo, il cinghiale addomesticato, che da mesi ormai si aggira tra il greto del fiume Roya e il quartiere delle Gianchette, a Ventimiglia, ma lui non si fa vedere e la tentata cattura finisce con un nulla di fatto. “Abbiamo e parlato con le guardie regionali venute per catturare Carmelo e la sua famiglia – spiega Lilian Tadini, attivista del gruppo “Iene Vegane” -. Hanno posizionato la gabbia e messo tanto cibo per attirarlo, ma lui non si è fatto vedere, anche se sappiamo che torneranno”.

Gli operatori della Regione

hanno sistemato delle gabbie, per prenderli e trasferirli, a quanto si apprende, in un’azienda venatoria. Da una parte, dunque, abbiamo una famiglia di cinghiali che scorrazza per il quartiere, col pericolo di provocare incidenti; dall’altra c’è la necessità di spostare in sicurezza gli animali garantendo loro un futuro.

“Quando hanno posizionato le trappole – prosegue Tadini – siamo subito andate nel panico, perché sappiamo cosa può succedere, quando li prendono. Dicono che vogliono portarli in un’azienda faunistico venatoria, temiamo di sapere a quale fine andranno incontro”. Le Iene Vegane chiedono: “che vengano affidati a una struttura autorizzata della provincia di Milano, che ha tutti i requisiti per allevare i cinghiali e i cui proprietari sono disposti a prendersi cura di Carmelo e famiglia”. Oggi numerosi attivisti hanno spedito mail all’indirizzo delle guardie regionali per chiedere di prendere in considerazione la loro richiesta.

Leggi anche:  Guida scooter senza patente e picchia carabiniere, arrestato 28enne

Leggi QUI le altre notizie

Il video