Misteriosa morte di Alessio

Sarebbe precipitato da una gru alta quarantacinque metri, situata in un cantiere di Parigi: Alessio Vinci, 18 anni, lo studente universitario di Ventimiglia, iscritto al primo anno di Ingegneria Aerospaziale del Politecnico di Torino, trovato morto nella Capitale francese. Un messaggio recapitato al nonno, con su scritto, che era stato il nonno migliore ed un grande esempio per lui, fa pensare che possa trattarsi di suicidio, ma troppi restano gli interrogativi da chiarire.

Il giallo del suicidio

Non si esclude, infatti, che possa essere stato indotto a togliersi la vita. Sul fatto che sia andato a Parigi, sembra che a molti avesse manifestato la volontà di visitare la Capitale francese, ma resta da capire perché abbia scelto proprio laggiù di togliersi la vita. E poi: è andato da solo o qualcuno lo ha accompagnato? Stando a quanto riferito da alcuni amici, ad esempio, non sembra che avesse la fidanzata in Francia.

Sul caso, comunque, stanno indagando le autorità transalpine in stretto contatto con quelle italiane e nelle prossime ore sarà effettuata l’autopsia sulla salma del giovane. Alessio risulta che fosse senza i genitori (la mamma gli era morta da piccolo) e che abitasse col nonno anziano, il quale viveva con una piccola pensione.

Leggi anche:  Treni in ritardo per auto intrappolata nel passaggio a livello

L’iscrizione all’Università

Proprio a causa di una situazione economica non proprio felice, diverse persone lo avevano aiutato per iscriversi all’università e grazie alla sua grande intelligenza – aveva frequentato due anni di Liceo Scientifico in uno (il quarto e il quinto), diplomandosi con 100 e lode – aveva anche ottenuto una borsa di studio.

Il ricordo del parroco

“Me lo aveva presentato un parrocchiano ed ero contento di aver conosciuto un piccolo genio – racconta don Domenico Orlando, vice parroco di San Nicola, a Ventimiglia -. Anch’io mi pongo delle domande e vorrei capire meglio cosa è successo, pur non essendo il suo parroco”. Alessio, infatti, viveva nel quartiere di Roverino. La polizia francese ha già acquisito le telecamere della zona in cui si è consumata la tragedia per meglio ricostruire la vicenda e verificare l’eventuale presenza di terzi. Anche il telefonino del giovane sarà analizzato.

Leggi QUI le altre notizie