Imprenditore

Ieri è stato colto nella flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti al fine di farne commercio un quarantenne italiano.
La rapida indagine ha preso l’avvio dopo che gli Agenti di Polizia avevano rilevato, alcuni giorni prima, un incidente stradale nel quartiere di Nervia.  Uno dei guidatori coinvolti era stato indagato in stato di libertà perché le successive analisi avevano rivelato uno stato di alcolemia che superava la soglia dei limiti consentiti dal Codice della Strada ma anche valore positivo per il consumo di derivati della cannabis.

I successivi accertamenti e le verifiche informative avevano pienamente confermato i sospetti degli Agenti.
L’uomo, ventimigliese con precedenti di Polizia relativi agli stupefacenti, ieri è stato sottoposto a perquisizione personale e domiciliare.
Nella sua abitazione gli investigatori hanno rinvenuto diversi derivati della canapa indiana, 40 grammi di semi, oltre 210 grammi di piante già estirpate di cannabis indica, circa 30 grammi di marijuana e hashish. Nove in totale i diversi nascondigli utilizzati e distribuiti in varie zone dell’appartamento. Sequestrata anche una bilancia di precisione.

Leggi anche:  Fermato da polizia manda sms alla mamma: "Butta la via la droga"

Lo stupefacente è risultato positivo al narcotest preliminare della Polizia Scientifica ma sarà sottoposto anche alle analisi chimiche strumentali che possono determinare le precise quantità di principio attivo delle sostanze psicotrope. A confermare l’alta attenzione della Polizia di Stato sul fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, il Commissariato di Pubblica Sicurezza ventimigliese ha segnalato, negli ultimi giorni, alla Prefettura di Imperia tre giovani, due francesi e un italiano, in qualità di consumatori si droghe, perché trovati in possesso di piccole quantità di stupefacenti destinati al consumo personale.

Leggi QUI le altre notizie