Alena

Il tribunale del Riesame di Genova ha rigettato l’istanza di scarcerazione a favore di Zied Yakoubi, 32 anni, l’algerino, irregolare in Italia, accusato di tentato omicidio, per aver spinto nel precipizio, la notte del 31 luglio scorso, a Capo Nero, di Sanremo: Alena Sudokova, 22 anni, la turista tedesca di origine russa, da poche settimana risvegliatasi dal coma ed ora tornata in Germania, dove i medici stanno cercando di farla tornare pian piano cosciente.

L’udienza

L’udienza si è svolta ieri, ma il verdetto è stato comunicato questa mattina all’avvocato della difesa, Mario Ventimiglia. Convinto dell’innocenza del proprio assistito, legale e inquirenti attendono or la versione chiave dell’indagine, quella della ragazza, che tuttavia, non è ancora in grado di parlare.

Testimonianza chiave

Soltanto allora si potrà sapere, se la donna è stata aggredita e gettata nel dirupo, per aver reagito a un’aggressione sessuale o se, invece, si è trattato di un incidente. Nel frattempo, Yakoubi è stato trasferito dal centro clinico del carcere di Marassi, dov’era ricoverato per le ferite, riportate nella caduta dal dirupo (dov’è sceso trascinato dalla giovane) al carcere di Sanremo.

Leggi anche:  Alena continuerà le cure in Germania. Ieri il trasferimento

Leggi QUI le altre notizie