Venerdì scorso, gli agenti del Commissariato di Polizia di Ventimiglia, di fronte alla stazione ferroviaria, sono intervenuti nei confronti di un cittadino marocchino.

Il trentenne era completamente andato fuori di senno, togliendosi cappotto e maglia per poi infliggersi da solo un taglio fatto con un pezzo di vetro. I Poliziotti hanno così tentato di avvicinare il soggetto, il quale, alternando stati di quiete a momenti di improvvisa agitazione, cercava uno scontro fisico con gli agenti inveendo contro di loro e proferendo discorsi deliranti.

Dopo le cure mediche, è stato avviato l’iter per l’espulsione con rimpatrio in Marocco, eseguita poi nel pomeriggio di ieri dai poliziotti che lo hanno imbarcato su un aereo diretto a Rabat.