Imperia – E’ stato un fine settimana particolarmente intenso per i Carabinieri del Comando provinciale di Imperia. In ordine di tempo, a “rompere il ghiaccio” sono stati i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ventimiglia i quali, nella tarda mattinata del 14 sono intervenuti nella Via Carso in soccorso di una donna (LEGGI QUI LA NOSTRA ANTICIPAZIONE DI SABATO SCORSO) che, poco prima era stata aggredita da uno sconosciuto che aveva cercato di strapparle il telefono cellulare. La donna, ovviamente spaventata dall’evento, ma non per questo meno attenta, ha fornito una descrizione accurata del soggetto che, pochi minuti dopo è stato rintracciato ed arrestato: si tratta di un cittadino russo 27enne residente in città.

Bordighera/Ospedaletti: La serie prosegue nella notte tra il 14 ed il 15 quando i Carabinieri della Compagnia di Bordighera – precisamente della Stazione di Ospedaletti – nel corso dell’ordinaria attività di controllo del territorio, percorrendo Via Torre Mostaccini, notano un ragazzo, a piedi, tra le auto. I militari proseguono il servizio di perlustrazione sulla via, ma “qualcosa” non torna. La zona, di notte, non è normalmente frequentata da persone a piedi e, pur essendo sabato sera, ritengono più prudente procedere ad un controllo: circostanza fortunata, perché trovano R.P., 19enne, intendo a frugare all’interno di un’auto parcheggiata. Il giovane, già noto, è stato quindi arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Leggi anche:  Ancora aiuole devastate dai cinghiali a Ventimiglia

Ceriana. Siamo ormai al giorno 15, ed è la volta dei Carabinieri di Triora e Ceriana: nel corso di una perquisizione domiciliare i militari trovano 6 fucili (cal. 4,5, cal..22, cal. 12 e cal. 16 e cal. 20), alcuni dei quali equipaggiati con ottiche di puntamento e due con matricola abrasa. Nel corso della perquisizione sono state rinvenute anche munizioni in calibro 22 L.R.. Le armi, ovviamente non denunciate dal 34enne A.M., dovranno essere sottoposte agli accertamenti del caso per stabilirne la provenienza e l’eventuale collegamento con altri fatti criminosi. Anche in questo caso, si è in attesa del rito direttissimo, previsto per la mattinata di oggi.

Taggia/Sanremo. Ancora, infine, i militari della Compagnia di Sanremo: è la Stazione di Taggia ad arrestare A.S., 42enne, nel pomeriggio del giorno 15. I militari, nel corso di un servizio di prevenzione, hanno visto il soggetto che, dopo aver tranciato la catena di sicurezza di una mountain-bike parcheggiata in Via Stazione, la caricava velocemente a bordo del proprio veicolo e cercava di allontanarsi. Un breve inseguimento e l’individuo è stato bloccato. La bici, del valore di 4000 Euro, è stata restituita al proprietario. La perquisizione eseguita nella flagranza di reato ha portato al rinvenimento di un coltello a serramanico, sequestrato. L’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Sanremo in attesa del giudizio.

Le altre notizie de la-riviera.it (QUI)