L’attività della Polizia di Stato sul mercato di Ventimiglia: un indagato per resistenza a
pubblico ufficiale, ricettazione, commercio di prodotti con segni falsi. Due i sequestri penali.

Fuggi fuggi di venditori abusivi crea caos al mercato. Sequestrati quasi 150 articoli contraffatti

Ieri, a Ventimiglia, durante il mercato settimanale, un venditore abusivo, alla vista della polizia, ha cercato di scappare, dando via  a un precipitoso fuggi fuggi tra altri venditori di merce contraffatta.

Uno di loro, poi raggiunto e fermato dagli Agenti, durante la sua corsa ha più volte rischiato di travolgere le numerose persone, che si affollavano durante l’ora di punta nell’area  centrale del mercato, rovesciando alcuni banchi di vendita e producendo un notevole scompiglio.

La risposta del dispositivo di sicurezza, coordinato dal Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia, è stata tempestiva e ha evitato qualsiasi conseguenza negativa per tutti i soggetti coinvolti.

Lo straniero, un cittadino senegalese titolare di regolare permesso di soggiorno e residente a Sanremo, dopo essere stato fermato ha insistito in una vigorosa azione di aperta ribellione, scalciando e strattonando i poliziotti.

Leggi anche:  Pescatore subacqueo scomparso in mare: trovati fucile e barca

Accompagnato al Commissariato di Pubblica Sicurezza è stato indagato in stato di libertà per i reati di resistenza pubblico ufficiale, ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi.

Una quarantina gli articoli con marchi e segni falsi ritrovati all’interno della sua capiente borsa e sottoposti a sequestro. Altri 100 articoli contraffatti sono stati sequestrati dagli Agenti di Polizia durante i servizi di controllo e sicurezza e per contrastare l’abusivismo commerciale.

Tra gli oggetti posti in sequestro sono stati rilevati in prevalenza occhiali, borse e cinture di lussuose griffe.