Fuga in bicicletta con mezzo chilo di droga nello zaino. 27enne in manette

La Polizia di Stato ha tratto in arresto, a Ventimiglia, un muratore italiano, 27enne, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti hanno notato il ragazzo mentre procedeva a velocità spericolata, domenica sera, dal centro storico della città di confine verso il centro, inforcando una bicicletta elettrica. Alla vista degli agenti il giovane ha tentato una rocambolesca fuga, con una manovra improvvisa. Raggiunto dalla Polizia poco dopo –  e sottoposto a perquisizione – il ragazzo è stato trovato in possesso, nello zainetto di circa 500 grammi di hascisc suddiviso in cinque panetti preconfezionati. Dopo la convalida dell’arresto, in attesa del processo e visti i precedenti – spaccio ed estorsione- l’autorità giudiziaria ha disposto gli arresti domiciliari per il muratore. Sequestrati bicicletta e smartphone, ritenuti strumenti con i quali il ragazzo conduceva la sua attività criminale.