Arrestato in flagranza da una volante della Polizia di Imperia per il possesso di un etto di hashish, in seguito a una perquizione presso la sua abitazione, è stato trovato in possesso di una katana, una spada e coltelli detenuti illegalmente. Un puripregiudicato imperiese, 34 anni, dopo la convalida del fermo, si trova ora agli arresti domiciliari in attesa del processo.  Sequestrati oltre ai 100 grammi di hashish anche strumenti destinati al confezionamento della sostanza stupefacente.

La vicenda prende le mosse da uno dei controlli effettuati quotidianamente dagli operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico lungo una delle principali arterie cittadine, nell’ambito dell’implementazione dei servizi di controllo del territorio, disposta dal Questore della Provincia di Imperia, con particolare riferimento alle zone a maggior rischio di degrado urbano.

L’attenzione degli operatori veniva attirata da un soggetto appiedato, noto per i suoi numerosi precedenti, che stava percorrendo l’Argine Destro direzione mare, allontanandosi dalla Stazione Ferroviaria di Imperia.

Leggi anche:  Scullino chiede tolleranza zero contro la microcriminalità a Ventimiglia

L’identificazione del soggetto confermava i suoi numerosi precedenti inerenti al traffico di sostanze stupefacenti e reati contro il patrimonio. L’uomo, classe 1985, manifestava un incomprensibile stato di agitazione che induceva gli Operatori ad approfondire il controllo, rinvenendo un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi.

Date le circostanze il controllo veniva esteso al domicilio dello stesso ove si rinvenivano, sapientemente occultati in un cassetto, vari strumenti destinati al frazionamento e al confezionamento di sostanze stupefacenti, oltre a un ulteriore modica quantità di hashish.

La perquisizione locale consentiva altresì di rinvenire numerose armi bianche (coltelli – katana – spada – noccoliera) dotate di spiccata capacità offensiva, anch’esse nascoste con maestria, non regolarmente detenute.

All’esito dell’udienza di convalida tenutasi stamane innanzi al Tribunale di Imperia, il Giudice disponeva per il fermato gli arresti domiciliari.