Fallimento Baiaverde

E’ stato presentato, oggi, al giudice Civile di Genova l’accordo di transazione preliminare tra il Comune di Ospedaletti e il curatore del fallimento tecnico della società Fin.Im., di Genova, ex concessionaria del porto di Baia Verde, a Ospedaletti, che prevede a carico del futuro concessionario delle aree portuali, che sarà individuato tramite bando, l’onere del pagamento di 25 milioni di euro ai creditori.

“E’ un accordo che consente al Comune di dare avvio al procedimento per individuare un nuovo operatore – è il commento del sindaco della cittadina delle Rose, Daniele Cimiotti -. Una volta individuato, sarà quest’ultimo a formulare un accordo con il fallimento e a pagare. Noi abbiamo soltanto dato disponibilità ad avviare il procedimento”.

Il contenzioso vede da una parte il “fallimento”, nel ruolo di attore; mentre diciassette sono i convenuti: tra cui ex amministratori e funzionari del Comune di Ospedaletti, ma anche enti pubblici come Regione Liguria, Demanio Marittimo e via dicendo, dai cui atti scaturì la concessione alla società Fin.Im. Concessione, successivamente, annullata dal Consiglio di Stato per vizi di forma.

“Il giudice ha preso atto della volontà delle pati di raggiungere un accordo e di procedere, come peraltro già fatto presente, nell’udienza del 5 novembre scorso. Ha, quindi, aggiornato l’udienza, al prossimo 17 marzo, per l’approvazione dell’accordo da parte del comitato dei creditori”.

Leggi QUI le altre notizie