La donna si trovava in Commissariato per un’informazione, ma un poliziotto l’ha riconosciuta come responsabile di un furto commesso circa una decina di giorni prima. La donna aveva anche un precedente: aveva tentato di truffare un farmacista con banconote false.

Entra in Commissariato per un’informazione e viene riconosciuta per un furto commesso giorni prima

La donna, di origini piemontesi e di 52 anni, era stata denunciata dalla Polizia di Stato per aver utilizzato banconote false. Nello specifico, la signora aveva infatti tentato di acquistare una crema in una farmacia del centro, ma il commerciante si era accorto della truffa e aveva chiamato la polizia, a cui la donna aveva poi consegnato circa 70 biglietti da 50 euro comprati su un sito cinese.

Qualche giorno dopo la signora, mentre si trovava negli uffici del Commissariato di Sanremo, è stata riconosciuta da un poliziotto come l’autrice di un furto di cosmetici, per
un valore totale di oltre 200 euro, avvenuto nei giorni precedenti presso una nota profumeria di Via Roma.

Leggi anche:  Sanremo: centinaia di sardine in piazza con le luci levate al cielo

L’operatore di polizia aveva appena finito di visionare le immagini delle telecamere di videosorveglianza del negozio dalle quali si notava chiaramente la donna staccare gli adesivi antitaccheggio dei prodotti e occultarli nella propria borsa per poi allontanarsi senza pagare. Per tali motivi la stessa è stata deferita all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di furto aggravato.