No Border

“Impedire a persone che pagano regolarmente le tasse di consumare o acquistare bevande in bicchieri di vetro o bottiglie di liquore o qualsiasi altra bibita, impedendo all’operatore di lavorare, reputo che sia vergognoso e illiberale”.

La polemica del consigliere Giovanni Ballestra

Così il consigliere comunale di minoranza, a Ventimiglia, Giovanni Ballestra (Ventimiglia Riparte”, commenta l’ordinanza del sindaco della città di confine, Gaetano Scullino, che vieta in occasione dell’odierno corteo dei no border, di vendere in contenitori che non siano carta o plastica.

“Il diritto a manifestare è garantito dal punto di vista costituzionale e deve trovare sfogo, quando si può garantire, senza però ledere anche il diritto al lavoro e al movimento e alla libertà personale. Questa ordinanza credo che sia uno strumento restrittivo che non permette di lavorare”.

I contenuti essenziali dell’ordinanza

In occasione della manifestazione cittadina organizzata dall’Associazione “PROGETTO 20K” che si terrà dalle ore 12.00 del giorno SABATO 05 OTTOBRE p.v.;

1. (SINO ALLE ORE 17.00) Per motivi di tutela dell’incolumità, dell’ordine e della sicurezza pubblica e per le motivazioni indicate in premessa, in Via Tenda, Largo Torino, Via Aprosio, Via Cavour (nel tratto compreso tra Via Mameli e Via Repubblica), Via Repubblica, Via Girolamo Rossi, Via Milite Ignoto, Via Vittorio Veneto, è fatto divieto a chiunque di somministrare e/o vendere tutte le bevande alcooliche e non alcooliche in bottiglie, contenitori o bicchieri di vetro e lattine. La somministrazione deve avvenire in bicchieri di carta, di plastica o di altro materiale riciclabile nei quali le bevande devono essere versate direttamente da chi effettua la somministrazione o la vendita;

Leggi anche:  Ventimiglia: avevano circa 1 kg di droga (ciascuno) nello stomaco: 2 arresti

2. (SINO A FINE MANIFESTAZIONE) Per motivi di tutela dell’incolumità, dell’ordine e della sicurezza pubblica e per le motivazioni indicate in premessa, lungo tutto il perimetro dei giardini pubblici “T. Reggio”, ovvero Via Girolamo Rossi, Via Milite Ignoto, Via Veneto, è fatto divieto a chiunque di somministrare e/o vendere tutte le bevande alcooliche e non alcooliche in bottiglie, contenitori o bicchieri di vetro e lattine. La somministrazione deve avvenire in bicchieri di carta, di plastica o di altro materiale riciclabile nei quali le bevande devono essere versate direttamente da chi effettua la somministrazione o la vendita,

3. E’ vietato l’utilizzo, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, di bombolette spray, di qualsiasi natura e di qualunque oggetto e materiale che possa mettere a rischio la pubblica incolumità (manganelli, petardi, giochi pirici, etc…);

4. È vietato detenere e portare, nelle aree interessate dalle manifestazioni, bevande soggette ai divieti sopra esplicitati, sia per uso personale, che con l’intento di distribuirle ai partecipanti, anche se a titolo gratuito;

5. Il divieto di cui al precedente punto 1 non opera nel caso in cui la somministrazione e la conseguente consumazione avvengano all’interno dei locali ;