Condannato

Un padre adottivo di Ventimiglia, F.F., è stato condannato a 10 anni di carcere dal tribunale collegiale di Imperia, per aver abusato dalla figlia della nuova compagna, che all’epoca dei fatti aveva meno di 14 anni. Nei confronti dell’uomo, accusato di violenza sessuale aggravata, il pubblico ministero Antonella Politi aveva chiesto 6 anni e 6 mesi di reclusione.

I fatti

La vicenda venne a galla, dopo un litigio tra la ragazzina e il padre adottivo dell’uomo, quest’ultimo contrario al fatto che la giovane frequentasse un coetaneo. Fu quando alzò le mani, che la quattordicenne andò dalla zia, raccontando non solo quell’episodio, ma anche tutti i retroscena e gli antefatti.

Ha così raccontato di quelle carezze nelle parti intime; delle richieste dell’uomo di entrare in bagno per “toccarlo” e via dicendo. Dichiarazioni che ha ripetuto anche al giudice, dopo essere stata ascoltata nelle forme dell’incidente probatorio. Teatro delle violenze non solo Ventimiglia, ma anche una località del Lazio, dove la famiglia si era successivamente spostata. La competenza al tribunale di Imperia deriva dal territorio in cui si è concretizzato il reato.

Leggi QUI le altre notizie