Imperia – Un magazziniere quarantenne di Padova, saltuariamente speaker per una una radio privata, accusato di adescare ragazzine su internet è stato arrestato dalla Polizia postale con l’accusa di detenzione e scambio di materiale pedopornografico.

L’indagine ha preso le mosse da un’attività della polpostale di Imperia, volta ad arginare il fenomeno dell’adescamento di minori sui social network. Nei mesi scorsi infatti l’uomo aveva tentato di sedurre su Instagram una bambina di 10 anni della provincia di Imperia. Sono così scattate le intercettazioni informatiche e telefoniche, che hanno consentito l’identificazione dell’uomo.

A suo carico, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Genova ha emesso un decreto di perquisizione, a margine del quale è stato sequestrato un ingente quantitativo di supporti informatici e il profilo social utilizzato dal 40enne per le attività illecite. Sono ancora in corso accertamenti volti alla ricerca di altri eventuali minori potenziali vittime dell’arrestato. Insospettabile per i suoi colleghi, durante la propria attività come speaker presso l’emittente radiofonica, conduceva un programma sui giovani e i social network.

Leggi anche:  Aiuola diventa un campeggio alla Rabina di Imperia - Il caso scatena la rete

Le altre notizie de la-riviera.it (QUI)