Nella mattinata odierna, a Sanremo la Polizia di Stato ha dato esecuzione al provvedimento di carcerazione emesso della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Imperia nei confronti di Arian Bashmeta, cittadino albanese classe 1975, arrestato nell’aprile del 2017 dalla Squadra Mobile poiché trovato in possesso di oltre 83 kg. di marijuana.

Lo spacciatore riceveva i clienti in casa

Lo straniero era solito ricevere i “clienti” all’interno del suo appartamento a Sanremo che gli investigatori, a seguito di un’attività d’indagine, hanno poi sottoposto a perquisizione, rinvenendo nr. 3 bilancini di precisione tascabili, diversa sostanza da taglio e  3.310 euro in banconote di vario taglio occultate in una giacca posta nell’armadio con accanto un foglietto manoscritto con cifre e nomi. Dati gli esiti positivi, la perquisizione si estendeva alla cantina di pertinenza ove, già dall’esterno, gli operatori di polizia avvertivano un forte odore di marijuana.

All’interno, celata dentro diversi sacchi neri del tipo utilizzato per l’immondizia, venivano rinvenute nr. 47 confezioni sottovuoto di “marijuana” per un totale di Kg. 83,400.Per cercare di camuffare l’odore pungente dello stupefacente, lo straniero aveva posizionato due deodoranti per ambienti a batteria impostati per spruzzare profumo ogni 9 minuti.

Leggi anche:  Uomo trovato morto in casa a Sanremo

Stamane la sentenza del Giudice che disponeva l’immediata carcerazione dell’uomo il quale, durante il processo, era detenuto in regime di arresti domiciliari.
La Squadra Mobile ha quindi associato lo straniero presso la Casa Circondariale di Sanremo ove dovrà scontare altri 2 anni di reclusione.