Omicida

Un serbo, accusato – in concorso con altri quattro rom, tra i 20 e i 42 anni, arrestati nel Lazio e a Torino – dell’omicidio di Anna Tomasino, 90 anni, morta per le conseguenze della rapina in casa, avvenuta il 5 maggio scorso, nel quartiere di Città Giardino, di Roma, è stato arrestato, ieri, dalla polizia di frontiera con i carabinieri, a Ventimiglia, in provincia di Imperia. Arrestato, perché rientrato in Italia, dopo essere stato espulso, l’uomo è risultato ricercato.

La sera del 5 maggio scorso, la banda ha raggiunto via Pizzo Bernini per commettere il furto nell’abitazione dell’anziana, al secondo piano di una palazzina.

Dopo aver infranto il vetro di una finestra ed aver fatto irruzione, i malviventi hanno aggredito la donna, che nel frattempo, accortasi dell’accaduto, ha provato ad allertare la vicina di casa con una telefonata. Nel tentativo di bloccare la richiesta di aiuto, i malviventi l’hanno aggredita alle spalle, tramortenendola, ma le urla hanno richiamato l’attenzione dei vicini. A quel punto i malviventi sono fuggiti a bordo station wagon di colore grigio e sono partite le ricerche.

Leggi anche:  Poca acqua calda in casa: inquilino lancia mobilia da finestra

Leggi QUI le altre notizie