In seguito agli accostamenti che alcuni organi di informazione locale nei giorni scorsi hanno fatto  sul conto della De Vizia Transfer Spa, ditta aggiudicataria della “Gara di Appalto per la Raccolta dei Rifiuti della Città di Imperia”, e in particolare sul suo coinvolgimento in passato in procedimenti giudiziarie dai quali i vertici dell’azienda sarebbero usciti assolti, la De Vizia si difende con una nota stampa da quello che definisce un “attacco mediatico”.

L’appalto rifiuti di Imperia, attualmente al centro di una revisione per presunti errori nei conteggi da parte della Commissione comunale, vale circa 45 milioni di euro per cinque anni

La lettera della De Vizia Transfer

Egregio Direttore,
ci permettiamo scriverLe a seguito delle notizie ed informazioni riguardanti la nostra Azienda apparse su vari organi di stampa e comunicazione.
Viviamo con preoccupazione, visti gli interessi in gioco, l’attacco mediatico nei nostri confronti. Ripetuti articoli citano la nostra Associazione Temporanea di Imprese De Vizia Transfer S.p.A. – Urbaser SA, ad ora provvisoriamente aggiudicataria dell’appalto per la raccolta dei rifiuti nella Città di Imperia, richiamando datate indagini per fatti cui eravamo totalmente estranei e chiuse con assoluzione, e cercando maldestramente di connotare come napoletana un’Azienda nata negli anni  settanta a Torino e dove ha sempre conservato la propria sede legale, senza mai alcun mutamento, divenuta negli anni il principali player in Italia nel settore della gestione dei servizi di igiene urbana.
Vista la gravità delle false informazioni che la stampa ha deciso di divulgare, alla luce dei forti interessi legati alla fase di aggiudicazione definitiva della procedura in oggetto, La prego voler dare lettura e diffusione ai dati che di seguito riportiamo e che riteniamo sufficienti quantomeno ad avvalorare il nostro risentimento per quanto leggiamo.
Evidenziamo inoltre che i dati principali oggettivi dell’ATI che potrà rilevare (cfr. fatturato e popolazione), superano di gran lunga la somma degli stessi dati di tutti gli altri concorrenti, ciò per sottolineare l’abnormità e la tendenziosità delle notizie diffuse sullo scrivente concorrente, risultato primo in graduatoria, che ci hanno lasciato vivamente stupiti e sconcertati.
RingraziandoLa per l’attenzione che ci riserverà restiamo a Sua completa disposizione per ogni ulteriore chiarimento.
Cordialmente, Francesco Maria Filoni
Responsabile Relazioni Esterne
De Vizia transfer S.p.A.

Presentazione Associazione Temporanea di Imprese- De Vizia transfer S.p.A. – URBASER SA

“Il gruppo De Vizia transfer – si legge nella nota allegata dalla società alla sua lettera di precisazione – è il principale operatore italiano nel settore dei servizi ambientali ed  ecologici. Opera su tutto il territorio nazionale e sviluppa un fatturato di circa 200milioni di euro,  impiega un organico di oltre 2.000 Dipendenti e gestisce servizi di igiene urbana per oltre 2 MILIONI di ABITANTI annui.
Fondata a Torino verso la fine degli anni sessanta dalla famiglia De Vizia, nasce come Azienda specializzata nel settore della progettazione, costruzione e gestione di grandi impianti industriali, divenendo punto di riferimento per la realizzazione degli stabilimenti più prestigiosi dell’industria nazionale che in quegli anni caratterizzarono lo sviluppo produttivo in Italia.
Partecipa, infatti, alla costruzione degli stabilimenti Fiat di Cassino inaugurato nel 1972, Fiat di Termini Imerese del 1970 per conto Sicilfiat, Alfa Romeo di Pomigliano d’Arco oggi FCA Giambattista Vico, alla trasformazione e deindustrializzazione dell’area di Bagnoli Italsider (già ILVA) nel 1972 ed a prestigiose commesse che in quegli anni segnarono lo sviluppo dell’industria italiana.
Valorizzando le competenze ed esperienza acquisite riesce ben presto ad ampliare il proprio business primario, affermandosi quale unico interlocutore delle grandi industrie, oltre che nelle attività originarie, nei settori relativi allo stampaggio lamiere, manutenzioni industriali, logistica e gestione dei rifiuti industriali.
Esplodendo tale ultima divisione e forte del successo ottenuto, agli inizi degli anni ottanta, decide di diversificare ulteriormente, affacciandosi sul mercato dei servizi di Igiene Urbana. Grazie a costanti
investimenti diviene in venti anni leader in Italia ponendosi al vertice delle aziende private del settore.
Agli inizi degli anni duemila è il più importanti gruppi industriale italiano impegnato nella gestione
dei rifiuti, radicando la propria presenza in maniera capillare su tutto il territorio nazionale con sedi
ad oggi nelle province di: Torino, Treviso, Udine, Padova, Aosta, Milano, Frosinone, Latina,  Cagliari, Olbia Tempio, Napoli, Avellino e Potenza organizzate in tre aree geografiche di competenza.

Leggi anche:  Sacerdote si sente male dopo aver assunto cocaina in gita scolastica

Nel 1999 la De Vizia transfer è la prima Azienda a ricevere la Certificazione UNI EN ISO 9001 e
UNI EN ISO 14000 per il seguente scopo:
“Progettazione e fornitura di servizi di igiene urbana, raccolta differenziata, servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti. Raccolta, trasporto e conferimento di rifiuti speciali pericolosi e non  pericolosi. Servizi di pulizie per il settore civile e industriale. Progettazione, costruzione, manutenzione e gestione di impianti tecnologici, opere ed impianti di bonifica e protezione ambientale, impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti”.
De Vizia transfer è una grande avventura tecnologica ed industriale, un viaggio nella ricerca costante dell’eccellenza contraddistinto da impegno continuo, spirito di innovazione, cura dell’ambiente e rispetto della propria storia, un modello che vede i suoi Dipendenti impegnati ogni giorno a rispondere ai molteplici bisogni dei propri Utenti.
Urbaser S.A.
Il gruppo Urbaser è il principale operatore mondiale nel settore dei servizi ambientali ed ecologici (www.urbaser.com) . Opera in 4 continenti con più di 40 aziende controllate .
Sviluppa un fatturato annuo di circa 2 miliardi di euro, impiega un organico di oltre 29.000 Dipendenti e gestisce servizi territoriali e di igiene ambientale per più di 50.000.000 di abitanti.
Opera nei principali settori del comparto ambientale (servizi, impianti, bonifiche e progettazione).
In particolare i numeri caratteristici dell’ ATI sono i seguenti:
· Raccolta e trasporto rifiuti per oltre 15 MILIONI di ABITANTI annui, corrispondenti
ad un quantitativo complessivo di rifiuti solidi urbani gestiti superiore a 5 milioni di
tonnellate.