Il sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori, è stato assolto, oggi, dal tribunale collegiale di Imperia, perchè il fatto non sussiste, dall’accusa di abuso d’ufficio per aver esercitato pressioni nei confronti di un vigile, affinchè annullasse un verbale di contravvenzione da circa 160 euro al gestore del “Caffè Teatro”, di via Cairoli, quest’ultimo colpevole di non aver smontato un dehor.

La vicenda risale al 2012, all’epoca del primo mandato di Chiappori. Tutto ha avuto inizio, quando il gestore del bar presentò domanda di proroga dell’autorizzazione del dehor da stagionale ad annuale.

La ottenne, ma secondo la polizia municipale nel periodo di attesa tra la le due concessioni (quella scaduta e la nuova) avrebbe dovuto smontare l’impalcatura. Da qui la multa, che tra l’altro venne successivamente pagata.

La denuncia partì, dopo che il vigile presentò una segnalazione all’allora comandante Francesco Parrella, il quale compilò una notizia di reato. Al sindaco venne contestato di aver convocato il vigile chiedendogli di annullare la multa.

Leggi anche:  Nasce "Diano Yoga"