Abusi

Si è aperta, oggi, davanti al tribunale collegiale di Imperia, l’istruttoria dibattimentale al processo per violenza sessuale che vede sul banco degli imputati un uomo accusato di aver abusato della figlia adottiva, all’epoca dei fatti (il 2014), di 14 anni, a Ventimiglia. Nel corso della mattinata sono stati ascoltati i testi dell’accusa: la madre e due zii della giovane.

Quest’ultima è già stata ascoltata nelle forme dell’incidente probatorio. La prima a parlare è stata la zia che ha racconta in aula, quando la nipote, che inizialmente aveva nascosto tutto alla famiglia, le ha confessato gli abusi.

La deposizione

Le ha raccontato di quelle carezze nelle parti intime e dell’uomo che le avrebbe chiesto di entrare in bagno per “toccarlo”. La vicenda sarebbe venuta a galla, in seguito a un litigio con l’uomo che avrebbe alzato le mani contro la ragazzina, che ha parlato con la zia, la quale ha riferito alla madre. Il dibattimento è stato aggiornato al prossimo 20 dicembre per ascoltare una insegnante della giovane e un’assistente sociale.

Leggi anche:  Torri commemora le vittima dell'eccidio nazifascista

Leggi QUI le altre notizie