“A partire da questo momento  si può insediare una commissione per redigere un progetto di fattibilità che, in modo trasparente, parta dai bisogni attuali del territorio per evitare cattedrali nel deserto, predisponendo anche un piano economico finanziario”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale alla sanità  della Liguria Sonia Viale, in merito al progetto dell’Ospedale Unico che sorgerà ad Arma di Taggia, a margine della conferenza dei sindaci Asl 1che ha votato all’unanimità il sostegno allo stesso.

Ospedale Unico a Taggia

L’assessore non si risparmia nei confronti di Alice Salvatore, capogruppo entastellata, spesso critica nei confronti dell’Ospedale Unico. “Scambiare per propaganda la partecipazione di un assessore regionale alla Sanità alla Conferenza dei Sindaci della Asl1 è ancora una volta la dimostrazione di non conoscere di cosa si parla. Non ho fatto nessuna conferenza stampa ma, dopo l’approvazione del Piano Sociosanitario in Consiglio regionale, dove mi sembra che la consigliera sia presente, sono stata invitata a partecipare alla Conferenza dei Sindaci: in quella sede i sindaci hanno espresso all’unanimità il proprio sostegno alla realizzazione di un progetto per poter avere un ospedale nuovo in provincia di Imperia”.

Per quanto riguarda le infrastrutture “così come il ministro della Salute, che mi risulta essere dello stesso colore politico della consigliera Salvatore, ha aumentato il fondo per l’edilizia sanitaria – conclude l’assessore Viale – allo stesso modo anche il governo può fare la sua parte per il potenziamento delle infrastrutture strategiche per il ponente ligure, come tra l’altro ha avuto modo di sostenere in più occasioni anche il viceministro Rixi”.