Commenti Recenti

Caro Claudio, invece che lasciare commenti apocalittici e che lasciano più timori che risposte e fatti, ti sei almeno informato alla fonte? Il distributore che opera su concessione comunale è titolato a rilevare le letture e può farlo attraverso diversi canali. Consulta il sito dell’AUTORITA’ per avere maggiori informazioni! https://www.arera.it/atlante/it/gas/capitolo_5/paragrafo_1/domanda_1g.htm

15 ottobre alle 12:48

A prescindere dai riti voodoo, in ambito di prostituzione tra soggetti maggiorenni, mi domando il motivo per il quale a cadere vittime della tratta di persone a sfondo sessuale debbano essere sempre le donne straniere, mentre quelle italiane ne debbano essere quasi esenti, sia in Italia, sia all’estero ed il motivo per il quale i marciapiedi del sesso a pagamento si svuotano durante le vacanze natalizie e pasquali ed ad una certa tarda ora di notte, per non dire di osservare le stesse professioniste con uno smartphone in mano ed anche un’autovettura a disposizione. La risposta a tutto questo è quella che la schiavitù del sesso a pagamento non è molto diffusa.

14 ottobre alle 14:11

Mi sa chè sarà lei a tenervi la mano.

10 ottobre alle 15:49

Ioculano consiglia a Biancheri di tagliare tutti gli alberi vicini alla pista ciclabile. Si vede che sono tutti malati…

9 ottobre alle 16:36

Che il vostro gesto possa essere di esempio.
Che possiate essere felici

5 ottobre alle 13:20

Ogni anno dopo l’apertura della caccia si riproducono gli incidenti e con essi le polemiche sull’opportunità di consentirne l’esercizio. A parere mio il punto non sta nella caccia ma in coloro che la praticano . Già mi pare poco “sportivo” il metodo attuato di convogliare la preda in un punto come fosse una “tonnara” ,inoltre utilizzare carabine di precisione di quel calibro (ed anche con cannocchiale) lo sembra ancor meno ,sopratutto se a sparare ci sia chi é più preso dalla frenesia di uccidere (e forse ,ancor più …dalla paura” ) che un saggio ,preparato e “romantico” (come la iconografia lo vuol descrivere) cacciatore

1 ottobre alle 10:15

La scusa del giubbotto con carta rifrangente è tutta una scusa idiota. Ci sono troppi cacciatori incoscienti che sparano appena vedono qualcosa che si muove. La prossima volta che vado per boschi dovrò andare sventolando una bandiera bianca ?

30 settembre alle 20:50

Mania di sparare agli animali con questo calibro per “elefanti”, fosse stato un 308

30 settembre alle 20:23

la perdita del dottor Giovanni Palumbo era un gran medico, una brava persona.E’ una gran perdita,io spero che sia fatta giustizia. Condoglianze a tutta la famiglia.

29 settembre alle 10:32

I PRECEDENTI NON MANCAVANO LA PREVENZIONE PASSA DALLA CERTEZZA E SEVERITA’ DELLE PENE

28 settembre alle 13:59

Gianni era una persona integerrima, incorruttibile, seria, moralmente sopra le righe. E’ stato testimone di nozze di mio marito, un suo grande amico. Il vuoto che lascerà coinvolgerà moltissime persone. L’assassino non ha solo ucciso un grande uomo, ma ha strappato un pezzo di vita ai suoi cari ed a tutti coloro che gli erano affezionati. Speriamo almeno che giustizia sia fatta.

28 settembre alle 11:30

Carissimo don Jose`
essendo un tuo conpaesano ed avendoti conosciuto personalmente fino alla tua eta` di 9 anni e poi lasciai l’Italia per emigrare in Canada e precisamente a Vancouver BC, sento uno speciale attaccamento come l’avevo anche per don Riccardo che eravamo piu` vicini d’eta`. Non di subito ma quanto prima possible, ho cercato di rintracciarti per comunicarti dove mi trovavo e da allora anche se non molto frequente abbiamo tenuto una certa corrispondenza e piu` tardi con la posta elettronica tutto ha potuto essere piu` facile per tenerci vicini anche da lontano. Tu sapevi pure che mi trovavo vicino a 5 tuoi cugini, qui in questa bellissima citta` canadese.
Ho conosciuto tutta la tua famiglia che non lontano dimorava nella stessa nostra via, e che stimavo sentitamente.
Ti sono sempre stato vicino, piu` di quanto sia stata la nostra corrispondenza e subito il giorno dopo del tuo decesso tua cugina Rosi mi comunico` la triste notizia, che mi sciocco` veramente. Tu ora riposerai in pace ma so che un giorno ci rivedremo.
Spesso mi ricordavo nelle mie preghiere augurandoti che il Signore ti aiutasse nel tuo lavoro che il mondo ne ha molto bisogno di lavoratori nella sua vigna Celeste.
Non mi sara` facile dimenticarti e nemmeno lo desidero, ma continuero` a pregare per te e ti chiedo di fare lo stesso per me e la mia famiglia e per il mondo intero che ne ha molto bisogno.
Requiescant in pacem

28 settembre alle 08:04

GRAAANDE !!!!!!!!!!!!

27 settembre alle 15:39

Non dire cose che non si riescono a fare, oggi quando si guida si deve prestare più attenzione ai cartelli e ai limiti più assurdi che alla guida stessa con i problemi che ne possono derivare. Ora basta il buon senso e l’educazione dovrebbero essere sufficienti.

25 settembre alle 17:15

Sono contento per l’iniziativa, che mira a far conoscere la nostra identità fuori dai confini della Sardegna. Con l’occasione vorrei contattare qualcuno di voi per alcune informazioni.

24 settembre alle 16:44

Conosco Bocuphus King da poco tempo è lo trovo MOLTO INTERESSANTE tanto che ho già provveduto a procurarmi l’intera discografia. È un canadese che musicalmente non deludono quasi mai.

21 settembre alle 22:49

Non sanno più cosa inventarsi per racimolare 2 spicci.

21 settembre alle 12:03

Carissimo Don Jose.
Grande è il mio dolore per la tua dipartita.Mi sei stato amico sincero .
Il tuo passaggio a La Spezia come Parroco di N.S.della Neve ha lasciato un ricordo che dura nel tempo.La nostra intesa è stata di perfetta collaborazione.Grazie per quello che hai fatto per me.Il Signore te ne renderà merito. Un giorno ci incontreremo di nuovo.Prega per me.Ciao.
Accolito Giorgio Bricchi.

21 settembre alle 09:17

Vorrei sapere il perche, dato che dato che questi inconvenienti si verifiva spesso, non viene preso in considerazione l’idea del Sindaco di Diano Marina di far passare un nuovo tubo nella galleria ferroviaria ormai in disuso, magari in GEBERIT così si eliminerebbero tanti guai a Diano risparmiando tanti disagi e spese inutili.-

20 settembre alle 12:04

Siccome questi guai si verificano spesso e quasi sempre in questa tratta, Come mai non è stata ancora presa in considerazione l’idea del Sindaco di Diano Marina, di fare passare un tubo nuovo, magari in GEBERIT nella galleria della ferrovia ormai in disuso? Penso sarà una cosa utile e si risparmierebbero disagi e una infinità di soldi per le riparazioni.-

20 settembre alle 11:49

La grande pecca sono i vigili, assenti o distratti. Senza controllo nè sanzioni il degrado è inevitabile e la buona volontà non basta.

18 settembre alle 13:20

Condivido concretezza e buon senso. Finalmente!

18 settembre alle 09:05

Vorrei sapere se il rimborso vale anche per Busalla Ge grazie

17 settembre alle 17:19

Molto utili queste proposte – grazie mille. Spero, che domenica prox saranno altri così belli, xché arrivano parenti ed amici.

16 settembre alle 10:21

la colpa e’ sempre dei genitori che gli lascia sempre fare ciò vogliono.Sono anziano ma ho vissuto gli anni 70 ma se non lavoravi e andavi a scuola altro che avere i soldi per andare in coma etilico.

16 settembre alle 08:26