Consolato

Il Consolato e la scuola francese di piazza XX Settembre, a Ventimiglia dovranno pagare per continuare a usufruire della sede. Il Comune, infatti, ha revocato il comodato d’uso gratuito dei locali, nel timore che si possa intravedere un danno erariale. “Non chiude la scuola francese, ma il comodato è stato revocato perché gli uffici hanno giustamente rilevato possibile danno erariale”; avvertono dal Comune.

Il sindaco della città di confine, Gaetano Scullino, però, ha chiesto alla proprietà dell’immobile, confermando la volontà di mantenere la scuola francese a Ventimiglia anzi volendo potenziare la conoscenza della lingua francese in tutte le scuole anche pubbliche, di verificare la possibilità di locare gli immobili stabilendo un equo e favorevole canone di locazione. L’immobile in questione, tra l’altro, appartiene alla società patrimoniale Civitas srl, oggi in liquidazione, che non può più permettersi di mantenere un contratto d’uso gratuito.