Cambio della guardia al Centro Nino Lamboglia dell’IISL di Bordighera tra gli studenti dell’équipe italo-canadese impegnata nello scavo del Riparo Bombrini ai Balzi Rossi (Ventimiglia) e giovani studenti della Università di Vilnius (Lituania) nell’ambito di un progetto Erasmus.

Studenti dell’Università di Vilnius al Centro Nino Lamboglia di Bordighera

All’ultima campagna di scavo, che si è svolta dal 3 al 28 giugno scorso, hanno partecipato infatti quattro studenti dell’Università di Genova, nonché due dottorandi e due studenti dell’Università di Montreal (Canada) sotto la direzione dei professori Fabio Negrino e Julien Riel-Salvatore, che hanno utilizzato la sede del Centro Nino Lamboglia e la Biblioteca del Museo Bicknell come base operativa per le ricerche, che quest’anno hanno riguardato soprattutto i livelli archeologici contenenti le evidenze degli ultimi neandertaliani che, tra i 43 e i 42.000 anni fa, popolarono la Liguria, prima dell’arrivo, anche nei nostri territori, dell’uomo anatomicamente moderno ovvero di Homo sapiens.

I giovani studenti di Vilnius, arrivati ai primi di luglio in Italia dove si fermeranno per circa due mesi, affiancheranno lo staff dell’IISL nelle attività del Museo Bicknell e degli altri musei nelle attività di classificazione, visite guidate e traduzioni in lingua, al fine di completare il loro iter formativo vivendo dal di dentro la vita di un istituto culturale italiano.