Pace nel mondo

Ha fatto tappa a Ventimiglia, Christine Timmermans, 62 anni, la pellegrina belga ambasciatrice di pace, partita il primo giugno scorso dal proprio paese d’origine, per attraversare sette Paesi e tornare a casa, dopo un percorso di circa settemila chilometri. A Ventimiglia ha voluto illustrare il bilancio dei primi duemila chilometri.

“Il mio ritorno in Belgio è previsto per il 30 settembre del 2020 – ha affermato, Christine, nel pomeriggio, all’ex chiesa di San Francesco, a Ventimiglia, dove ha incontrato la popolazione -. Se vogliamo la pace allora ciascuno di noi deve lavorare per questo. L’obiettivo della nostra vita è di crescere spiritualmente e condividere con gli altri. Per crescere spiritualmente è assolutamente necessario prendere tempo e trovare il nocciolo divino che è in ognuno di noi”.

Nata nel 1957 in una famiglia cattolica

già da bambina Christine sentiva un forte collegamento a una realtà superiore. È appassionata della natura e degli animali. Ha intrapreso uno studio approfondito di cristianesimo, buddismo, induismo, Krishnamurti, Gandhi e altre discipline spirituali.

Leggi anche:  La "Dante Alighieri" vince un contest nazionale. Il video

Nel 1988, durante un breve soggiorno nelle montagne svizzere, ha avuto una visione di Gesù che saliva una scala sospesa nell’aria invitandola a seguirlo. Ha continuato la sua ricerca della verità e in seguito ha avuto il terzo e quarto figlio. Partendo dal proprio Paese di origine, ha attraversato a piedi la Vallonia fino a Lussemburgo, Germania, Svizzera, Italia. Domani ripartirà per il Principato di Monaco. Quindi, sarà la volta di: Francia, Andorra, Spagna, Portogallo, Inghilterra, Paesi Bassi, Fiandre e Belgio.

Leggi QUI le altre notizie

Nella foto: Christine Timmermans e il suo collaboratore logistico Jospeph Demersmans

Christine ha un sito al seguente indirizzo: www.peacenomad.com