Il 14 agosto del 2018 una tragedia colpì l’Italia intera e in particolare la Liguria e Genova. Oggi le commemorazioni alla presenza del Presidente Sergio Mattarella

Ore 11.36: la Liguria si ferma per ricordare le 43 vittime del crollo del Ponte Morandi

Erano le 11.36 del 14 agosto 2018 quando il Ponte Morandi di Genova ha ceduto inghiottendo auto e camion con un bilancio di 43 vittime e decine di feriti. Una ferita aperta per tutta la Nazione e soprattutto per la Liguria e per Genova.

A un anno esatto da quel drammatico momento oggi a Genova le commemorazioni alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Ci stringiamo ancora alle famiglie delle vittime nel ricordo dei loro cari – ha detto il Presidente Toti – il pensiero va, in primo luogo, ai nomi e ai volti di chi ha pagato un prezzo troppo alto in uno dei momenti più difficili della nostra storia recente. È compito e dovere delle istituzioni custodire e promuovere la memoria di fatti così tragici, anche per costruire le condizioni perché non si ripetano. E in quest’anno di duro lavoro per garantire i servizi essenziali, dalla sicurezza al diritto alla casa, dai trasporti al diritto allo studio, Genova e la Liguria hanno cominciato a scrivere una storia nuova, a guardare al futuro con speranza e ottimismo: un messaggio di tenacia e orgoglio che questa città e questa regione hanno mandato all’intero paese”.

Alle 11:36 anche il personale di Regione Liguria, insieme a tutta la città di Genova, osserverà un minuto di silenzio, mentre il sito internet, la pagina facebook e il profilo twitter ufficiali dell’Ente saranno listati a lutto per tutta la giornata

Leggi anche:   A Ventimiglia venerdì una conferenza sulla storia degli Alpini

A Sanremo anche gli operatori del Mercato Annonario osserveranno un minuto di silenzio in ricordo delle 43 vittime

Ad un anno dalla tragedia del crollo del Ponte Morandi, il Sindaco Alberto Biancheri rivolge un pensiero alle vittime e alle loro famiglie:

Il messaggio del sindaco di Sanremo Alberto Biancheri

“Erano le 11.36 del 14 agosto dell’anno scorso, quando un’immane tragedia colpì Genova, la Liguria, un intero Paese, lasciando dietro di sé una scia di morte e devastazione.

Una tragedia che causò 43 morti. Persone che stavano vivendo con normalità la vigilia di Ferragosto, chi recandosi al lavoro, chi in partenza per le vacanze, chi di ritorno a casa dai propri cari. Vittime innocenti di una sciagura che poteva e doveva essere evitata.

Oggi, ad un anno di distanza dalla tragedia del crollo del Ponte Morandi, nel giorno della dolorosa commemorazione, anche la Città di Sanremo si stringe intorno alle famiglie delle vittime e a tutta la comunità genovese”.

leggi qui tutte le notizie del crollo

Crolla ponte sull’A10 a Genova, si temono vittime

Un fulmine avrebbe colpito il ponte Morandi secondo un testimone

Catastrofe a Genova: si temono nuovi crolli su Ponte Morandi – Immagini choc