Occhio alle multe: autovelox “spietato” sull’Aurelia Bis

Controlli della polizia provinciale

Chi percorre tutti i giorni l’Aurelia Bis per recarsi al lavoro deve fare molta attenzione in questi giorni. Da ieri, infatti, la polizia provinciale si è piazzata lungo il tratto di strada che dallo svincolo dell’autostrada porta alla super rotonda di Taggia.

In quel tratto infatti il limite di velocità è di 50km/all’ora ma pochissimi lo rispettano. Per questo motivo sono stati intensificati i controlli che, come è facile immaginare, hanno portato alla elevazione di numerose multe nei confronti di chi, pensando di trovarsi in autostrada, pigia il piede sull’acceleratore arrivando anche a 80/90km orari (limite consentito in quasi tutto il tratto dell’Aurelia Bis).

“Sono controlli che facciamo regolarmente – spiega a La Riviera il comandante della polizia provinciale Giuseppe Carrega – il nostro intento non è quello di punire bensì di evitare comportamenti pericolosi in un tratto di strada particolare. Faccio presente che i controlli, al momento, sono per lo più settimanali, ma non escludo che in futuro grazie alla collaborazione con Autostrada dei Fiori che gestisce l’Aurelia Bis per conto di Anas, si possano avere controlli più puntuali”.

Leggi anche:  Aperta la strada dedicata allo scomparso attore Sandro Palmieri

“Forse il fatto che ha fatto clamore sta nella decisione dei miei agenti di voler controllare il tratto dallo svincolo autostradale alla rotonda – conclude il dottor Carrega – tratto dove il limite è di 50 per il fatto di essere in curva e in forte pendenza. Il nostro compito è di punire chi supera, di molto, il limite concesso.