Oggi è stata presentata la costituzione dell’Associazione Civica “Imperia al Centro”, che  era nata come lista elettorale nel 2018 a sostegno della canditura a sindaco di Guido Abbo.
La lista aveva ottenuto, insieme al candidato sindaco, più di 2.000 preferenze e comunque, al di la del risultato, ha raccolto un’energia intorno a se’, in quanto vero movimento civico, composto semplicemente da persone “normali” di buona volontà che si mettono a disposizione per il bene comune.

Imperia al Centro comprende oggi  non soltanto ex candidati ma semplici cittadini che si ritrovano in quel progetto e in quel modello,  per questo si è deciso di creare un’Associazione che possa accogliere anche chi non era e non è interessato alla competizione elettorale, ma si interessa della sua città, con un’attenzione particolare all’etica, alla legalità e alla trasparenza. Presidente dell’Associazione è stato nominato Guido Abbo, Vice presidente Deborah Bellotti e Tesoriere Sandro Bazzano; fanno parte del Consiglio Direttivo anche Walter Cadeddu, Enrica Fresia, Lorenzo Macaluso, Giorgio Montanari ed Edoardo Verda.

“Imperia al Centro non si pone necessariamente l’obiettivo di partecipare a future consultazioni amministrative ne ad alleanze con altre formazioni, non sono argomenti all’ordine del giorno oggi, ci interessano i temi sostanziali e non la politica; abbiamo formato gruppi di lavoro, aperti a tutti i cittadini anche non associati, per esaminare tematiche di interesse comune: ad esempio prima di portare in Consiglio  Comunale la discussione sul Parasio sono state fatte riunioni con cittadini e associazioni, per avere una visione più ampia possibile del problema”.

“In Consiglio Comunale IAC è all’opposizione e non si fa problemi a criticare l’amministrazione quando va in direzioni non condivisibili, come ad esempio con l’inutile e costoso acquisto, per mero capriccio, dell’immobile ex APT, o con il brutto teatrino messo in piedi dalla maggioranza sulla mozione “Plastic free” del Consigliere Verda, ma la critica non è l’obiettivo principale: IAC ha soprattutto un programma molto ricco e dettagliato, con alcune peculiarità su temi importanti, e cercherà di proporlo all’amministrazione e alla città”.

“In generale IAC ha una spiccata sensibilità sull’ambiente e un’idea di città incentrata sulla valorizzazione del territorio e sulla mobilità sostenibile (pedonalizzazioni e ciclabili). Diamo alcune idee “in pillole” di  punti del programma che vorremmo portare all’attenzione generale:
#pebaferriere: proponiamo all’Amministrazione di dedicare alle Ferriere il prossimo stralcio del progetto PEBA; una volta completato il percorso Oneglia – Porto Maurizio riteniamo che le Ferriere siano un punto critico per l’accessibilità pedonale e con carrozzelle, con marciapiedi spesso quasi inaccessibili;
#onegliapedonale: vogliamo iniziare a parlare delle pedonalizzazione del centro di  Oneglia: Via Amendola e Via Bonfante; sappiamo che non è una cosa che si possa improvvisare, ma è necessario metterla in agenda e definirlo come obiettivo, se vogliamo che la nostra città assuma una nuova spinta turistica e di migliore vivibilità;
#oltrelaciclabile. La ciclabile non dovrà essere solo un nastro che attraversa la città: bisogna progettare una RETE CICLABILE URBANA di cui la ciclabile sarà la dorsale, per collegarsi alle destinazioni sul mare e alle valli interne. Bisognerà poi collegarla con percorsi ciclopedonali ai comuni dell’ENTROTERRA vicini, per fare promozione turistica del territorio e sfruttare il nostro clima incentivando il turismo ciclistico e outdoor”.

“In conclusione, chiediamo ai cittadini che apprezzando le nostre idee o il nostro metodo di lavoro, o che semplicemente hanno delle segnalazioni da farci, di contattarci e faremo del nostro meglio per portare avanti le loro istanze; siamo tutti facilmente raggiungibili  e a breve sarà on line il nostro sito www.imperialcentro.it che conterrà un blog aperto alle discussioni”.