Protagonista la poetessa e critica d’arte Enrica Penco che ha lasciato l’eredità alla sua veterinaria

Muore e lascia l’intero patrimonio per la cura dei suoi gatti

E’ morta nel luglio scorso nella sua villa a Porto Maurizio Enrica Penco, poetessa e critica d’arte e figlia dell’ex procuratore di Imperia Antonio Penco, morto nel febbraio del 2018. Una malattia lunga durante la quale la signora Penco si è preoccupata su chi potesse prendersi cura dei suoi gatti.

Chi se non la sua veterinaria Alessia Muraglia con la quale aveva instaurato un rapporto di amicizia e fiducia negli ultimi 15 anni?. Ecco allora che con un testamento lasciato a un notaio la Penco, come racconta Il Secolo XIX, si è trovata destinataria della villa con parco e di alcuni altri averi della sua amica poetessa.

Con quei soldi potrà sicuramente prendersi cura dei tanti mici che la Penco amava più di ogni altra cosa e che erano la sua ragione di vita.