Nel corso di tutta la giornata, i militari della Compagnia di confine hanno predisposto un serviziostraordinario finalizzato al contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale impiegando per ilconsueto evento settimanale numeroso personale in uniforme ma anche in abiti civili, particolarmenteefficaci tra le migliaia di avventori presenti in questo periodo estivo.
A finire nella rete dei militari della Stazione di Ventimiglia P.le è stato un 41enne senegalese, regolare sulterritorio nazionale ma già gravato da precedenti di polizia, sorpreso in possesso di diverse decine di borseche i militari hanno riconosciuto essere contrassegnate da marchi contraffatti delle più importanti case di moda.
Contestualmente i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, nell’ambito del dispositivo ad ampio raggio predisposto allo scopo non solo nell’area mercatale ma in tutto il territorio limitrofo sin dalla prima mattina, hanno invece intercettato a Camporosso un terreno privato all’interno del quale erano stati riposti – presumibilmente per essere poi recuperati dai venditori abusivi stessi nel caso in cui vi fossero state le condizioni per trasportarli all’interno del mercato – più di 200 articoli tra borse, scarpe, orologi e
cinture, anch’essi riportanti noti marchi di alta moda palesemente contraffatti.
L’importante attività odierna dei Carabinieri di Ventimiglia ha consentito di togliere dal mercato della contraffazione articoli per un valore commerciale che poteva ammontare anche a diverse decine di migliaia di euro, soprattutto in un venerdì caratterizzato dalla presenza di numerosi avventori che hanno potuto invece visitare il mercato in sicurezza.