C’erano anche tre Maestri Artigiani imperiesi tra le eccellenze artigiane liguri premiate al Palazzo della Borsa di Genova: Pasta Fresca Morena, la Maison DAPHNÉ ed il Laboratorio Orafo Taddei

Il 17 ottobre la premiazione dei Maestri Artigiani

Si è tenuta lo scorso 17 ottobre, a Palazzo della Borsa a Genova la cerimonia di consegna degli attestati di qualifica di Maestro Artigiano: Regione Liguria e Commissione regionale per l’Artigianato, in collaborazione con il Sistema camerale ligure e le associazioni di categoria, hanno “premiato” ieri 3 imprese associate a CNA Imperia.

La figura del Maestro Artigiano rientra nel progetto di promozione dell’artigianato artistico che comprende il marchio Artigiani in Liguria, previsto dalla Legge quadro regionale n.3/2003.

La qualifica è attribuita dalla Commissione regionale per l’artigianato al titolare o socio di impresa del settore dell’artigianato artistico o tradizionale, che dimostri una anzianità professionale di almeno sette anni, maturata in qualità di titolare, di socio lavoratore o di dipendente qualificato di un’impresa artigiana, che sappia esprimere una elevata attitudine all’insegnamento del mestiere, che superi positivamente un colloquio sui requisiti di professionalità e dimostri approfondite conoscenze tecniche in una delle produzioni artigiane in lavorazioni artistiche, tradizionali e tipiche di qualità, già certificate dal marchio “Artigiani in Liguria”.

Questi dunque i requisiti che hanno dimostrato di possedere i nostri nuovi Maestri Artigiani della Provincia di Imperia: Pasta Fresca Morena di Ventimiglia, rappresentata da Bruno Ramon, già premiata a dicembre 2018 da Regione Liguria per i 50 anni di attività, la Maison di moda DAPHNÉ, nata più di mezzo secolo fa come atelier di Alta Moda a Sanremo e rappresentata per l’occasione dalle sorelle Monica e Barbara Borsotto ed il Laboratorio Orafo Taddei, rappresentato da Marco Taddei accompagnato dal padre Romano, già orafo e incisore fin dagli anni ’50.

Leggi anche:  Presentato oggi il Calendario Storico e l'Agenda dell'arma dei Carabinieri 2020

Sono 65 in tutta la Liguria gli artigiani che hanno ottenuto la qualifica di “Maestro Artigiano 2019”: salgono quindi a 151 i Maestri Artigiani, imprenditori e maestri d’arte hanno creduto nel marchio “Artigiani in Liguria”. Il titolo riguarda 23 settori dell’artigianato artistico, tradizionale e di qualità: ardesia, arte orafa, birrifici, ceramica, cioccolato, composizione floreale, damaschi, ferro battuto, filigrana, gelateria, lavorazioni in pelle, legno, lapidei, moda e accessori, panificazione, pasta fresca, pasticceria, prodotti conservati, restauro, sedia di Chiavari, tappezzeria, velluti, vetro.

“Orgogliosi dei nostri Maestri Artigiani” ha detto il presidente di Cna Imperia Michele Breccione

“Siamo davvero orgogliosi dei nostri Maestri, tre realtà storiche, che hanno saputo innovarsi e presidiare il proprio settore di appartenenza grazie alla passione ed alla determinazione nel cercare sempre l’eccellenza. Ed il compito primario della nostra Associazione è proprio quello di valorizzare e tutelare queste abilità, che ogni giorno veicolano la saggezza ed il patrimonio della nostra Provincia.”, dichiara Michele Breccione, Presidente CNA Imperia.

E conclude Luciano Vazzano, Segretario territoriale, “Siamo fieri di lavorare sul nostro territorio per valorizzarne le eccellenze e per consentire alle imprese nostre associate di ottenere onorificenze quali il titolo di Maestro Artigiano: è doveroso infatti riconoscere il valore di antichi mestieri come affermazione di una identità e presidio di tenuta sociale della comunità.”.