Un gemellaggio tra i movimenti giovanili della Lega e del Front National, si è svolto stamani, al confine franco italiano di Mentone, dove una cinquantina di attivisti si è riunita in un bar vicino al mercato coperto della piccola località balneare francese. All’ordine del giorno il fenomeni dell’immigrazione e il blocco delle frontiere.

Alcuni attivisti hanno indossato, per l’occasione, magliette raffiguranti il leader della Lega e ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini; altri la portavoce del Front National, Marine Le Pen. La manifestazione si è conclusa con l’apertura di uno striscione, alla frontiera di Ponte San Ludovico, con su scritto: “Basta immigrazione – Stop immigration”.

“E’ stato un momento di confronto serio e costruttivo – ha affermato l’onorevole Flavio Di Muro (Lega), che durante l’incontro ha presentato il “dossier Ventimiglia” sull’immigrazione -. I giovani francesi del Front National hanno apprezzato molto i primi mesi del governo italiano e in particolare il ministro dell’Interno Salvini, che ci ha fatto ritrovare l’orgoglio di un Paese, che va in Europa a battere i pugni sul tavolo sulla questione immigrazione che non dev’essere affrontata dall’Italia da sola, ma dev’essere una gestione collettiva analizzata da tutti i paesi europei compresa la Francia”.

Leggi anche:  Piana a Sanremo per ricordare la strage di Nassiriya

Secondo Di Muro, il Front National ha anche apprezzato le attività di contrasto agli sbarchi e all’attività delle ong nel Mediterraneo. Di Muro ha dato per possibile, nel prossimo autunno, una visita del ministro Salvini a Ventimiglia.