L’allerta che da gialla diventerà rossa nelle prossime ore spaventa il comune di Taggia che per precauzione emana un’ordinanza dettagliata sulla chiusura di strade, sospensione di attività di qualsiasi genere e sgomberi di abitazioni

L’allerta fa paura a Taggia: ordinati lo sgombero e sospese tutte le attività

Visto l’avviso ARPAL  relativo alle condizioni meteorologiche della Regione Liguria, che segnala l’attivazione dello stato di allerta oggi giallo e che da stasera a mezzanotte diventerà prima arancione dalla mezzanotte e pori rossa dalle 6.00 di domani, il comune di Taggia con l’ordinanza emanata dal vice sindaco Avv. Chiara Cerri spiega nel dettaglio alla cittadinanza cosa fare.

Ordina:

La chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado ed attività ludico-educative presenti sul territorio comunale;

La sospensione di qualsiasi genere di attività in alveo o in adiacenza ai corsi d’acqua e/o aree marine presenti sul territorio comunale, nonché di qualsiasi attività su ponti, passerelle, stabilimenti balneari, arenili o luoghi simili;

La chiusura dell’area “Darsena”, dei mercati all’aperto, dei centri ricreativi per anziani, degli impianti sportivi, dell’area cimiteriale comunale, dei locali comunali ad uso pubblico (ad eccezione della sede comunale) e il divieto di accesso ai seguenti giardini pubblici siti nella città: Via Ottimo Anfossi, Lungo Argentina, Villa Boselli, Via Blengino, Via Magellano, Viale delle Palme

Leggi anche:  22 nuovi posti auto

L’interdizione all’accesso e al transito alle piste ciclopedonali di Arma di Taggia e di Taggia oltre che alla zona “Darsena” tra l’incrocio con Via Nuvoloni e Piazza Vittoria;

La chiusura del parcheggio ubicato nella “Buca di Palazzo Spinola”, del parcheggio “Buca delle Palme”, del Parcheggio “Quartè”, Parcheggio di Via Tages, Vallone Santa Lucia lato monte;

Lo sgombero delle abitazioni già assoggettate a precedenti ordinanze di sgombero e/o di inagibilità anche parziale:

Lo sgombero delle abitazioni e della attività commerciali ubicate in Rio Corneo, Località “Ferraie”, Regione “Batexie”, Zona tra la Strada provinciale per Castellaro e il Monte “Grangie”;

Il divieto del transito veicolare, pedonale e la sosta presso la foce del Torrente Argentina, la Darsena, le aree prospicienti i rii e la pista ciclabile fluviale;

Il presidio, a cura del Servizio di Protezione Civile, per tutto il termine di efficacia della presente ordinanza, degli accessi ai seguenti Ponti: 1) Romanico, 2) XXV Aprile”, 3) “Regione Prati”, con obbligo, da parte del relativo responsabile, di comunicazione del superamento delle fasce di rispetto delle acque, propedeutico all’adozione di ulteriori misure di tutela della salute pubblica;

L’attivazione delle squadre di reperibilità adibite alla gestione delle emergenze onde
consentire l’attuazione delle misure disposte con l’ordinanza in oggetto.