Si dice che l’abito non faccia il monaco, ma ne siamo davvero sicuri ? E in che misura l’immagine ed il look definiscono la nostra persona agli occhi degli altri ?
La prima impressione che si da di sé, è come un biglietto da visita, se questo è scialbo, insipido, privo di qualsiasi elemento di sorpresa, o al contrario, eccessivo e provocante, finirà dritto dritto in spazzatura o peggio ridotto in briciole da un distruggi documenti.
Con questo non sto dicendo che se non curiamo il nostro look quotidianamente, finiremo tritati da un distruggi documenti, o gettati in una spazzatura, ma sicuramente avremmo un’alta percentuale di probabilità di essere scartati da società, messi da parte e discriminati in ogni ambito, lavorativo, sociale, amoroso o professionale, non che questo faccia meno male dell’essere ridotti a pezzi da un distruggi documenti.
Uno dei momenti più importanti nella vita di una donna è il colloquio di lavoro, che sia il primo oppure il decimo, la tensione e le incertezze non cambiano.
Si tende a pensare che la propria immagine, durante un colloquio di lavoro sia l’aspetto meno rilevante mentre, da quanto riportato dallo studio di numerosi linguisti, ciò che si esprime verbalmente ha un’incidenza del solo 10% nella comunicazione, superato all’importanza del linguaggio del corpo, infine la prima impressione data dalla  propria immagine, si guadagna la pole position in questa gara professionale, in cui il primo premio è un’ambitissimo posto di lavoro !


Ecco quindi 10 piccoli consigli su come vestirsi per un colloquio di lavoro !
1) Anche se ti potrà sembrare una banalità, assicurati che i tuoi abiti siano ben stirati: non  esiste elemento che suggerisca più disordine di una camicia stirata male o addirittura non stirata.


2) Capelli, make-up e manicure impeccabili, conferiranno immediatamente un senso di pulizia ed ordine nella tua persona.


3) Assolutamente NO alle scollature, darai l’impressione di voler conquistare il tuo posto di lavoro grazie al tuo corpo, inoltre il tuo possibile futuro capo, potrebbe sentirsi offeso, poiché stai indirettamente suggerendo, che il posto di lavoro a cui ambisci è facilmente raggiungibile, anche solo, mostrando una scollatura e da possibile futuro capo, passerebbe immediatamente da impossibile futuro lavoro !

Leggi anche:  La Polizia Locale di Ventimiglia in supporto al Salone Nautico


4) Per quanto riguarda le gonne, prediligi una lunghezza midi, ovvero una lunghezza media, che renderà il tuo aspetto subito più professionale.


5) Se invece vuoi optare per un pantalone, evita assolutamente jeans skinny o pantaloni a palazzo, ma prediligi un pantalone dal taglio sartoriale che segua bene le tue forme, senza strizzarti troppo.


6) Per andare sul sicuro scegli un tailleur, completo o spezzato a seconda dell’azienda alla quale ti stai rivolgendo


7) Colori come il nero, il beige, il grigio, il blu ed il cammello sono i più adatti da indossare per questa occasione, infine scegli un accessorio colorato in contrasto con look, che altrimenti risulterebbe troppo rigoroso, soprattutto se sei molto giovane.


8) MAI MAI MAI indossare calzature come snekers o ancora peggio runner, scegli invece una stringata, uno stivaletto o un paio di pumps con un tacco medio (direi di stare sotto i 7 cm per non sbagliare).


9) Le stampe consigliate per un colloquio di lavoro sono le più classiche, che fortunatamente nel 2018 sono anche un grandissimo trend come il pied de poule, il principe di galles ed il tartan, fantasie con le quali risulterai professionale e fashion allo stesso tempo!


10) Tieni presente il tipo di azienda alla quale ti stai rivolgendo, modificando leggermente il dress-code di base per adattarti al meglio all’immagine dell’azienda in questione!
BONUS ! ) È vero che l’abito non fa il monaco, ma la capacità, l’impegno e le competenze fanno la PROFESSIONALITÀ, che si acquisisce con l’esperienza e l’impegno!

In bocca al lupo per il tuo colloquio di lavoro e che questi piccoli consigli di stile ti possano rendere più sicura di te stessa !
AL PROSSIMO CONSIGLIO !