Commemorata la morte dell’alpino Giorgio Langella

Morì in un attentato a Kabul

Si è svolta, stamani, al cimitero di Diano Marina, in provincia di Imperia, la commemorazione dell’undicesimo anniversario dalla morte del caporal maggiore degli Alpini, Giorgio Langella, originario di Diano, ucciso il 26 settembre del 2006, in un attentato terroristico in Afghanistan, durante una missione.

Una bomba esplose al passaggio di un convoglio dell’Isaf a Sud di Kabul, uccidendo un soldato italiano e ferendone altri due in modo grave. Altri tre militari, tra i quali una donna, rimasero feriti in modo lieve.

Presenti la mamma Giuliana e il vicesindaco di Diano, Cristiano Za Garibaldi. Durante la commemorazione sono intervenuti anche gli agenti della polizia Municipale e graduati dell’esercito. La salma di Langella è tumulata nel cimitero di Boves, in provincia di Cuneo, ma a Diano è comunque presente una lapide alla memoria.