La privatizzazione dell’ospedale Saint Charles e il futuro della sanità intemelia sono stati al centro di un dibattito che si è svolta, stamani, nella Sala Rossa del Palazzo del Parco di Bordighera, alla presenza del sindaco Giacomo Pallanca; dell’assessore regionale alla Sanità Sonia Viale e del dirigete dell’Asl 1 Imperiese, Marco Damonte Prioli. Un centinaio gli spettatori, tra cui molti addetti ai lavori e candidati delle varie liste.

Tra i candidati sindaci: Donatella Albano, Mara Lorenzi e Vittorio Ingenito per Bordighera e Armando Biasi per Vallecrosia. Gli amministratori hanno spiegato cosa succederà in caso di privatizzazione, con le buste delle offerte che saranno aperte il prossimo 11 giugno.

Pallanca ha sottolineato che l’ospedale Saint Charles interessa un bacino di utenza che arriva fino a centomila persone, turisti compresi.

Prioli, invece, ha spiegato come spesso il sovraffollamento del pronto soccorso di Sanremo sia dovuto proprio al declassamento dell’ospedale di Bordighera. I codici gialli e rossi, infatti, vanno tutti a Sanremo. La Lorenzi, invece, ha espresso un po’ di perplessità sull’eventualità che l’appalto vada deserto.

Leggi anche:  Mara Lorenzi a Ingenito: "Amministrazione perservera in scelte rischiose"

GIACOMO PALLANCA

MARCO DAMONTE PRIOLI

MARA LORENZI

GIACOMO DAMONTE PRIOLI