Igiene Urbana

Si è concluso con un nulla di fatto l’odierno vertice in Prefettura, a Imperia, tra la rappresentativa sindacale dell’igiene urbana composta da Cgil, Cisl, Uil e Fiadel; una delegazione della cooperativa Proteo e il vice prefetto di Imperia, Maurizio Gatto, finalizzato a trovare una soluzione alla vertenza riguardante il contratto di lavoro da applicare ai cinque dipendenti ( ex Ideal Service ed Helix) che dal primo gennaio (salvo buon fine) prenderanno servizio con la cooperativa, che è appaltatrice del servizio nei sedici Comuni delle Valli Arroscia e Impero, sopra Imperia.

I sindacati

chiedono di applicare il contratto Fise ai cinque lavoratori, mentre l’azienda ha fatto presente, e lo ha ribadito anche oggi, di voler applicare il contratto delle cooperative, che naturalmente offre meno garanzie. “Abbiamo, dunque, confermato le tre giornate di sciopero per il prossimo 17 dicembre; il 9 e 10 gennaio 2019 – avvertono Vincenzo Giacovelli e Luigi La Marca (Uil Trasporti); lo stato di agitazione e l’assemblea pubblica dei lavoratori, per il 24 dicembre, fuori dai Comuni di Ventimiglia, Sanremo e Imperia.

Vincenzo Giacovelli

“Tutto ha avuto inizio da una lettera recapitata ai lavoratori – spiegano Vincenzo Giacovelli e Luigi La Marca (Uil-Trasporti) – in cui si annuncia una armonizzazione tra i due contratti. Il problema è che il contratto della cooperativa non garantisce ai lavoratori, nel caso di un futuro passaggio di gestione, l’ingresso immediato e diretto in una nuova azienda”.

I sindacati si stanno ora recando in Regione, a Genova, per un incontro con l’assessore Gianni Berrino, finalizzato a capire i contenuti del capitolato, visto che l’appalto è stato gestito dalla stazione appaltante regionale.

Leggi anche:  Due giorni di spettacolo con la Urban Downhill

Leggi QUI le altre notizie