I candidati sindaco hanno incontrato i balneari

Molte le tematiche affrontate dai gestori degli stabilimenti

Michele Breccione, Presidente territoriale CNA Imperia, insieme con Giacomo Mercurio, coordinatore regionale dei gestori delle SLA CNA Balneari, Cesare La Bozzetta, portavoce territoriale della CNA Balneari e moltissimi imprenditori balneari hanno incontrato ieri sera i candidati Sindaco alle elezioni Amministrative del Comune di Sanremo Pezzini, Tommasini e Tubere, che hanno accolto l’invito presentato nei giorni scorsi sulle tematiche del turismo balneare.

Su stimolo e volontà degli associati, l’organizzazione di categoria ha promosso un incontro al fine di illustrare una sintesi delle esigenze che i titolari delle numerose imprese balneari sanremesi hanno espresso, di cui la Presidenza si è fatta portavoce: una opportunità di confronto necessario e atteso da parte degli imprenditori.

Le istanze avanzate dalle imprese associate nel corso del partecipato incontro hanno animato il confronto tra i candidati ed i rappresentanti dell’associazione, che hanno richiesto un impegno concreto per:

La promozione di itinerari di turismo sostenibile integrando percorsi pedonali e valorizzando la pista ciclabile in raccordo con i servizi pubblici; aree parcheggio adatte a decongestionare zone ad alta intensità di traffico
L’istituzione di un tavolo di lavoro permanente tra la categoria e gli Uffici coinvolti nella gestione delle concessioni demaniali (Demanio, Edilizia privata, Tributi)
Investimenti in migliorie ed interventi sui manufatti, adottando strumenti di pianificazione urbanistica e territoriale che consentano la rigenerazione del patrimonio immobiliare anche nell’ottica del risparmio energetico e della riduzione dell’impatto ambientale
Infrastrutture: miglioramento della rete fognaria e di raccolta delle acque bianche; intervento a supporto delle attività ancora prive di collegamento alla rete per l’approvvigionamento di gas metano
L’utilizzo dei proventi degli affidamenti delle gestioni tecniche delle spiagge libere attrezzate in interventi di protezione degli arenili, protezione della costa, infrastrutture connesse al miglioramento della fruizione del mare
La pianificazione e l’inserimento del piano delle opere pubbliche di interventi integrati, strutturali, complessi di protezione degli arenili e difesa della costa: ricerca di fonti di finanziamento regionali e comunitarie per effettuare investimenti duraturi e significativi
Il sostegno degli imprenditori concessionari di beni incamerati, anche presso l’ANCI, affinché sia superata la loro penalizzazione a causa di un criterio di calcolo del valore del canone demaniale distorto dal cosiddetto «moltiplicatore OMI»
Le spiagge libere attrezzate e l’affidamento della loro gestione: per criteri di selezione che perseguano l’interesse pubblico e il fine sociale di questo tipo di spiagge, preservando altresì il mantenimento di una condizione di equilibrio economico e finanziario delle imprese, senza distorsioni del mercato.
I candidati intervenuti hanno riconosciuto che le tematiche avanzate effettivamente corrispondano a criticità reali ed hanno dichiarato la propria personale disponibilità di collaborazione con l’associazione, per individuare le migliori soluzioni: la volontà dimostrata è stata formalizzata mediante la sottoscrizione di un “impegno di lavoro”, finalizzato ad affrontare le criticità emerse.

Leggi anche:  Imperia, aperte le iscrizioni ai nidi d'infanzia. Come presentare la domanda

“L’ascolto, il confronto e la presenza concreta, specie per chi vive e fa impresa e associazione, sono utilissimi per rinnovarsi e rimotivarsi.”, dichiara Michele Breccione, Presidente territoriale CNA Imperia. “Per questo riteniamo le elezioni a livello comunale una straordinaria occasione per osservare le dinamiche della comunità e per un’analisi dell’economia territoriale, dei problemi sociali, per riconoscere criticità, individuare soluzioni e delineare scenari, come abbiamo fatto questa sera. Rappresentatività e partecipazione motivano infatti ogni giorno CNA Imperia a svolgere il ruolo di interlocutore nei confronti degli enti preposti al governo del territorio, con la disponibilità a relazionarsi nell’ottica di assistere al meglio le imprese associate.”