Tanta soddisfazione per Giulia Gorlero: si è laureata il portiere del Setterosa alle olimpiadi di Rio. Ed è proprio questo il tema della sua tesi di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche: “La rinascita del Setterosa: l’importanza della motivazione, comunicazione e forza del gruppo per affrontare un’olimpiade”.  Ora Giulia si appresta ad affrontare la specializzazione in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, per poi tentare un master in psicologia sportiva.

E’ con orgoglio che la nostra pallanuotista Giulia ha postato una foto sul suo profilo facebook:

Ricordo tutto. I 2 anni di economia ad Imperia. Mi sono detta: <proviamo a prendere questa laurea>. Nulla da fare. Mi sono accorta fin da subito che non era quello a cui aspiravo, sognavo.
E quindi, con l’impegno sportivo che non mi permise di andare a Genova o Torino, decisi di intraprendere questo percorso. Ricordo la bellezza delle prime materie! La curiosità in tutti gli studi che mi si presentavano davanti!
Ho capito, ho capito davvero quale doveva essere la mia strada, il mio percorso.
Questo piccolo traguardo arriva chiaramente un po’ in ritardo. Non nei “classici” 3 anni, ma ben 6, dove sono racchiuse 2 Olimpiadi, 2 Scudetti, 2 Coppe Len.
E tanta, tanta esperienza, tante prove di vita, tanti sacrifici, tanta umiltà, tanta curiosità, tanta voglia di volermi migliorare sempre, ogni giorno di più!!!
Ho capito di voler essere una brava persona, onesta, leale, anche a costo di prendermi delle gran facciate. Di essere una persona con dei valori, una persona che riesce a dire le cose che pensa, nel giusto modo, ed una persona che trova nel confronto solo del positivo e un’opportunità di crescita. Perché ognuno di noi ha delle credenze, che bisogna ascoltare ed elaborare.
Ad ora. la felicità di provare ad intraprendere un nuovo percorso! La specializzazione!!!!! Che emozione ragazzi!!!! Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, per poi tentare un master in psicologia sportiva.
C’è la farò?
Fatemi l’in bocca al lupo!!!!! 🍀
Giulia

Congratulazioni a Giulia da parte della redazione de La Riviera