Foto trappole contro i furbetti della differenziata a Taggia

L’idea del sindaco Mario Conio per combattere i furbetti della raccolta differenziata

Sul fronte della raccolta differenziata il comune di Taggia è un luogo virtuoso, ma nonostante tutto ci sono alcune zone del territorio, in periferia, che restano indietro. Questo ha portato il sindaco Mario Conio a dichiarare guerra totale ai furbetti del conferimento,ultimamente con un’arma in più. Dopo la denuncia penale che la settimana scorsa il sindaco ha personalmente presentato al comando locale dei Carabinieri, per un conferimento “alternativo” ripreso da una telecamera, sono pronte batterie di foto trappole. “Essenzialmente – spiega il sindaco Conio – abbiamo deciso di monitorare con fotocamere nascoste, ad infrarossi, le zone più” calde”. Queste foto trappole sono attive da qualche giorno e contiamo oltretutto di alzare il livello di allarme tra i cittadini e fornire un dissuasori per i comportamenti scorretti. In particolare, le zone del territorio comunale che presentano criticità evidenti sono quelle periferiche come Santa Lucia o Le Periane. Il funzionamento è semplice – continua il primo cittadino – queste fotocamere rilevano i movimenti e scattano foto in automatico. Con questi strumenti monitoreremo le zone di conferimento più distanti dal centro dove i cittadini si sentono più sicuri a gettare rifiuti indiscriminatamente. Inutile ripetere – conclude Conio – che dopo lo scatto che ritrae un furbatto del conferimento seguirà necessariamente una mia denuncia penale ai Carabinieri”.