Finanziamenti da 250mila euro per la pesca imperiese

Due bandi per la pesca sostenibile e per l’attività ittica

Nuovi fondi in arrivo per interventi collegati alle attività di pesca e acquacoltura nei porticcioli liguri. Dopo i 900 mila euro del primo bando della misura 1.43 del Feamp-Fondo europeo per la politica marittima e della pesca 2014-2020, si aggiungono ulteriori 800 mila euro con il secondo bando.

“La misura – spiega l’assessore regionale alla Pesca Stefano Mai – sostiene investimenti finalizzati a migliorare le infrastrutture preesistenti dei porti di pesca, delle sale per la vendita all’asta, dei siti di sbarco e dei ripari di pesca, inclusi gli investimenti destinati a strutture per la raccolta di scarti e rifiuti marini con l’obiettivo di migliorare la qualità, il controllo e la tracciabilità dei prodotti sbarcati, accrescere l’efficienza energetica, contribuire alla protezione dell’ambiente e migliorare la sicurezza e le condizioni di lavoro. Dopo gli eventi calamitosi dello scorso dicembre, che hanno interessato le coste liguri, gli interventi si rendono ancora più necessari per riportare gradualmente alla normalità il comparto della pesca ligure”.

Provincia di Imperia

Nel primo bando, è stato finanziato con 86 mila euro l’intervento per la promozione della pesca sostenibile nel Comune di Arma di Taggia mentre nel secondo bando sono finanziate con 156 mila euro le opere a sostegno dell’attività ittica nel porto del Comune di Bordighera.

Area metropolitana di Genova

Nel primo bando, sono tre i progetti finanziati con 435 mila euro: 143 mila euro per opere e interventi per il completamento del mercato ittico della Darsena nel Comune di Genova; 104 mila euro per il miglioramento della banchina per la pesca nel porto nel Comune di Santa Margherita Ligure; e 188 mila euro per la manutenzione straordinaria e di miglioramento della sicurezza della pesca professionistica nel Comune di Sestri Levante.

Leggi anche:  Chiusura serale di un tratto d'Aurelia. Gli orari

Provincia di Savona

Nel primo bando, sono cinque i progetti finanziati con 368 mila euro: 121 mila euro per la riqualificazione della spiaggetta Porto Vado e il potenziamento della pesca nella Darsena di Savona per l’Autorità Portuale del Mar Ligure Occidentale; 41 mila euro per la realizzazione di una piattaforma alla radice del molo attinente alla pesca nel Comune di Laigueglia; 125 mila euro per interventi integrativi sul molo Sant’Antonio a favore della pesca e altre attività collegate al mare nel Comune di Spotorno;  81 mila euro per la manutenzione straordinaria della infrastrutture esistenti funzionali a rendere più efficienti le attività di pesca svolte dalla cooperativa locale nel Comune di Noli. A queste risorse si aggiungono le risorse del secondo bando per cinque progetti ed un totale di circa 608 mila euro: 26 mila euro per rifacimento a protezione mareggiate delle strutture e delle imbarcazioni da pesca  per il Consorzio Liguria Pesca, Ambiente, Territorio di Albenga; 304 mila euro per gli interventi di razionalizzazione e potenziamento pesca professionale nella Darsena di Savona per l’Autorità Portuale del Mar Ligure Occidentale; 1.400 euro per la fornitura e posa del verricello per laSocietà Cooperativa Il Pescatore di Noli; 140 mila euro per gli interventi volti al miglioramento del sito di pesca del Porto Marina di Capo S. Donato per Finale Ambiente spa; 136 mila euro per alcuni interventi di miglioramento delle strutture per la pesca nelComune di Alassio.