In tutta la Liguria si svolgerà l’iniziativa di lotta agli sprechi alimentari con le donazioni alle famiglie bisognose che valorizza il ruolo delle associazioni e del volontariato

Sabato 30 novembre parte la 23^ edizione della Giornata nazionale della colletta alimentare. In moltissimi supermercati della regione saranno presenti i volontari dell’Associazione Banco Alimentare e i clienti potranno donare parte della propria spesa, destinandola alle strutture caritative.

Le parole dell’assessore alla sanità e politiche sociali Sonia Viale

“Un grande momento di sensibilizzazione dei cittadini nei confronti di persone e famiglie bisognose. Su proposta di questo assessorato, nel tempo sono stati finanziati con 100mila euro annui le attività del settore. Ma occorre valorizzare ancora di più le iniziative presenti in ogni territorio portate avanti da tante piccole associazioni di volontariato. Pertanto a partire dal collegato alla legge di stabilità 2020, l’amministrazione regionale potrà concedere contributi a sostegno dell’attività dell’Associazione Banco Alimentare per quanto riguarda il recupero delle eccedenze alimentari e la loro redistribuzione in favore di persone e nuclei familiari bisognosi. Dall’altro lato si sosterranno ancor più i progetti mirati alla lotta agli sprechi alimentari. Un segno tangibile di come la Regione intervenga con azioni concrete per promuovere la condivisione e la solidarietà sociale”.  Nel 2018 sono stati raccolti 275mila chili di generi alimentari, distribuiti a 50mila persone bisognose grazie a 394 strutture caritative convenzionate.