A Vessalico sul murales disegni osceni

Il proverbio parla chiaro: “La mamma degli stupidi è sempre incinta”.

Già, perchè solo una persona maleducata e con poco cervello poteva compiere quel bruttissimo gesto sessista nel dipingere un pene e una vagina sul viso di Marielle Franco che era stata dipinta su uno dei murales di Vessalico in valle Arroscia.

Il borgo di Vessalico ha di recente ospitato la seconda edizione dello street art dove otto artisti hanno dipinto le porte del paese con rispettivi visi di donne che hanno reso importante la storia.

Per fortuna è intervenuta subito il sindaco, Paola Giliberti, che è riuscita a farsi fare un restauro in tempo reale direttamente dall’artista che aveva creato il viso.

Pur avendo a disposizione la fotografia originale con lo scempio, preferiamo non pubblicarla per non dare troppa soddisfazione a chi lo ha fatto.

Il commento del sindaco Paola Giliberti

Amaro e ironico il commento del sindaco Giliberti sui social: “Credendo di possedere capacità artistiche, uno sconosciuto si era cimentato in un’integrazione sul viso di Marielle Franco. Oggi ho finalmente rimosso quel gesto di sessismo arrogante e zotico. Certo ci sarà bisogno di un ritocco (purtroppo di certe esperienze non può non rimanere traccia): ma quale restauratore può essere più fortunato di me, che posso farmelo fare direttamente dall’artista?”

 

Leggi anche:  Ospedale Imperia: il 16 settembre riapre il reparto di chirurgia vascolare