Sotto all’ombrellone si sente parlare sempre più spesso francese. Sono i nostri “vicini” che preferiscono prendere la macchina e percorrere un’oretta di autostrada per venire sul nostro litorale piuttosto che andare sulle spiagge della Costa Azzurra. E’ il Nice Matin che scrive di un vero e proprio “assalto” da parte dei francesi alle nostre spiagge private.

Le motivazioni che spingono centinaia di famiglie francesi a scegliere i nostri litorali piuttosto che i loro stabilimenti sono diverse. Intervistati dal Nice Matin diversi avventori francesi sotto agli ombrelloni delle spiagge di Arma di Taggia, spiegano che il rapporto qualità prezzo è imbattibile. “Da noi un lettino e un ombrellone in una spiaggia privata arriva a costare almeno il doppio rispetto a qui in Italia” spiega una ragazza di Saint Laurent du Var alla cronista del NM. E aggiunge: “Inoltre pranzare con un’insalata, un panino o una Coca cola costa molto meno che da noi”.

Una mamma, invece, è entusiasta dei servizi che le nostre spiagge offrono ai piccoli avventori: “Ogni stabilimento è dotato di area giochi per i bambini. Un paradiso per i nostri figli”.

Leggi anche:  Oltre 50 partecipanti alla "traversata" Imperia-Limone

Dunque per i nostri “vicini” vale assolutamente la pena caricare secchiello, paletta e famigliari in macchina, affrontare un’oretta di viaggio (a seconda della provenienza) e spendere circa 8-10 euro di autostrada per lasciare il blasonato litorale della Costa Azzurra e venire a godere dei nostri stabilimenti balneari.