Cimitero di Valle Armea nel degrado: la rabbia dei parenti dei defunti

Da troppo tempo non si fa nulla

Le condizione del cimitero della Foce sono, purtroppo, note a tutti. Ma il camposanto della zona a ovest di Sanremo non è il solo a essere ridotto in maniera irrispettosa nei confronti dei defunti.

Oggi a mandarci le foto della situazione di degrado in cui perversa anche il cimitero di Valle Armea è la signora Marcella, nipote di Nisio Moraglia deceduto ancora giovane a Bajardo. La signora Marcella e come lei tanti altri sanremesi che hanno i propri cari sepolti in Valle Armea  è arrabbiata nel vedere come si trova il principale camposanto cittadino.

Bagni fuori uso e inagibili, zone transennate da mesi, per non dire anni, tombe che “sprofondano” e vialetti che da troppo tempo necessitano di manutenzione. Per questo motivo la signora Marcella ha deciso di documentare il tutto e ci ha inviato le foto che, meglio delle parole, esprimono la tristezza e il degrado di Valle Armea.

Leggi anche:  Casinò di Sanremo: segnali di ripresa, ma il primo semestre si chiude in rosso

Speriamo che a breve il Comune trovi i fondi necessari a ridare dignità ai morti e sollievo ai loro parenti.