Bansky

Il suo vero nome non lo sa nessuno. Ma poco importa, visto che lo conoscono tutti come Banksy, il writer inglese fuorilegge, che più volte è balzato agli onori della cronaca per i suoi murales, in stile “stencil”, realizzati in diverse parti del mondo. Marco Farotto, consigliere comunale incaricato alla Cultura, a Bordighera, nelle sue vesti di artista ha voluto rendergli tributo, riproducendo su tela alcune delle sue opere più famose riportate addirittura nelle guide turistiche.

Afferma Farotto

“Ogni opera è un messaggio sociale – spiega Farotto – ed io ne ho voluto riprodurre alcune con colori acrilici su tela. Ognuna parla e racconta qualcosa. E’ un anno che ho iniziato. Ventuno le ho riprodotte su tela di 15×20 centimetri. Recentemente ne ho terminate altre quindici, sempre su tela, ma di dimensioni più grandi: 25×30 centimetri”.

Farotto ha realizzato le produzioni per puro divertimento. “Anziché passare il tempo al bar o in giro – dichiara – mi sono messo a dipingere. Non c’è un obiettivo, ma non escludo che un domani questi quadri possano essere messi a disposizione del pubblico o esposti in qualche scuola. Per ora li tengo nel mio studio”. E aggiunge: “Ammiro molto questo artista capace di trasmettere messaggi molto forti attraverso un’immagine, che non ha bisogno di altre parole. Mi auguro che grazie a queste mie opere, ci sia qualcuno in più che voglia conoscere Banksy”.

Leggi QUI le altre notizie