Biblioteca Aprosiana

Il Comune di Ventimiglia continua a investire sulla cultura, come di recente avvenuto alla nuova biblioteca Aprosiana, di piazza Bassi, realizzata dal sindaco Gaetano Scullino, all’epoca del suo mandato. Il vicesindaco e assessore alla cultura Simone Bertolucci annuncia che è stato aggiunto un nuovo scaffale indispensabile per ricevere i nuovi libri acquistati e consentire al bibliotecario Ruggero Marro di assicurare una migliore organizzazione dei testi di lettura.

Inoltre, dopo anni di poca attenzione

è stato acquistato il nuovo proiettore che consentirà nuovamente di utilizzare la sala adibita agli eventi culturali. Non per ultimo, sempre entro la fine dell’anno, partirà la nuova edizione di “Mete d’autore a Ventimiglia – Una città sullo scoglio del Mediterraneo”, che nella sua prima edizione italiana e francese, del 2009, era stata curata dalla professoressa Maria Teresa Verda Scajola. Seguirà un’altra sorpresa letteraria.

“Siamo stati eletti da pochi mesi ma abbiamo voluto dare subito un segno tangibile delle nostre vere intenzioni – avverte Bertolucci -. Conoscere, proteggere, valorizzare saranno le tre parole chiave, inserite nel nostro programma elettorale, che identificheranno la politica culturale di Ventimiglia. La cultura non ha e non deve avere confini politici, perché è di tutti. Entro fine anno annunceremo la nostra intenzione di creare una Fondazione di partecipazione aperta alla città sulla cultura”.

Leggi anche:  Regionali 2020: Claudio Scajola incontra Giorgio Mulè

Leggi QUI le altre notizie