Si è svolta presso il centro sociale Spes di Ventimiglia “La giornata contro lo spreco alimentare, lo spreco delle risorse umane e lo spreco della natura”, voluta dall’Associazione Spes per riflettere sul dramma delle perdita di consapevolezza umana in materia di ambiente, ma ancora di più di comunità.

Associazione Spes “Contro lo spreco”

“Il mondo è ricco di risorse – scrive l’associazione Spes – per assicurare a tutti i beni primari. Eppure molti vivono in una scandalosa indigenza e le risorse, usate senza criterio, si vanno deteriorando. Ma il mondo è uno solo! L’umanità è una sola! La ricchezza del mondo, oggi, è nelle mani della minoranza, di pochi e la povertà, anzi: la miseria e la sofferenza, di tanti, della maggioranza. Se sulla terra c’è la fame non è perché manca il cibo! Anzi, per le esigenze del mercato – contijua – si arriva a volte a distruggerlo. Si butta! Ciò che manca è una libera e lungimirante imprenditoria, che assicuri un’adeguata produzione, e una impostazione solidale, che assicuri un’equa distribuzione”.

La giornata

La Spes ha invitato gli anziani dell’Auser Imperiese, i volontari dell’associazione tempo libero di Coop Ligura, i volontari ed utenti della Caritas intemelia per condividere un pranzo solidale realizzato dagli studenti dell’Istituto Alberghiero  “Ruffini” di Taggia grazie ai materiali offerti da esercenti e supermercati del comprensorio.

Leggi anche:  "La luna e i suoi raggi" conquista il primo premio al concorso Il Dialetto sale sul palco

La giornata si inserisce nel calendario di eventi per “Disability Day 2018”, coordinato da ASL 1 Imperiese

Università della pace

Nell’occasione il Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano e l’assessore alle politiche sociali Vera Nesci hanno annunciato l’apertura dell’emporio solidale di Ventimiglia, grande risposta al dramma della povertà e della dignità, luogo di speranza e di ascolto per persone che conoscono la tragedia dell’indigenza- L’amministrazione ha accolto altresì con interesse la proposta di Luciano Codarri in merito alla costituzione di una Università della Pace