Oggi, presso la sede dell’ASL1 di Bussana, il vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale e il direttore generale Marco Damonte Prioli hanno presentato i nuovi progetti, investimenti e percorsi di cura.

ASL1 presentati i nuovi percorsi di cura e gli investimenti

TAC – Radiologia del P.O. Sanremo

Sostituzione dell’attuale TAC 64 strati con TAC 128 strati, una nuova installazione con un costo annuale pari a 112.140,72 € + iva

  • Migliore risoluzione con l’estensione da 64 a 128 strati (TC multivolumetrica a 128 strati consente di acquisire in pochi secondi migliaia di sottilissimi “strati” del paziente ad alta risoluzione con basso dosaggio con un’eccellente risoluzione e qualità delle immagini che unita all’elevato numero di strati (128) permette di distinguere dettagli di pochi millimetri).
  • Riduzione della dose al paziente sarà possibile ridurre la dose erogata fino al 80% in ogni tipo di esame (cardiologico, cerebrale, toraco-polmonare, addominale, vascolare, urologico, ortopedico).
  • Migliore qualità diagnostica per TAC Cardiologica e TAC Toracica.
  • Maggiore velocità di esecuzione degli esami: potrà essere ottimizzato il flusso di lavoro e potranno essere ampliati e migliorati i servizi ad esempio la Colonscopia Virtuale, metodica che consente la visualizzazione di polipi anche di piccole dimensioni all’interno del colon e può pertanto sostituire le colonscopie tradizionali in determinate categorie di pazienti.

Acceleratori lineari – Radioterapia Ospedale Sanremo

Sostituzione di N.2 Acceleratori, con finanziamento finalizzato Regione Liguria (DGR 1131/2018) per un importo pari ad € 2.825.000,00.

La nuova installazione garantirà:

  • Trattamenti stereotassici più accurati, in particolare con sincronizzazione con il respiro: tale sistema consente di ottimizzare il trattamento dei tumori quali quelli del polmone, fegato, pancreas e mammella.
  • Elevato incremento della precisione: permette di erogare la dose terapeutica di radiazioni a volumi molto circoscritti, con risparmio dei tessuti sani circostanti, in un tempo ridotto rispetto ai trattamenti effettuati con tecniche convenzionali.
  • Minori tempi di terapia: l’apparecchiatura garantisce inoltre di ridurre il tempo necessario per ogni seduta di terapia, con minor disagio per i pazienti e potenzialmente maggior numero di trattamenti durante la giornata.

FRIGOEMOTECA Automatizzata – Ospedale Sanremo

È stato informatizzato il percorso di somministrazione che vede l’installazione presso l’ospedale di Sanremo di Frigoemoteca automatizzata, collegata con il sistema informatizzato di assegnazione sacche utilizzato dal Centro Trasfusionale di Imperia, che consente l’assegnazione da remoto di sacche compatibili con la richiesta informatizzata proveniente dal reparto sia per le richieste programmate che urgenti. L’installazione è stata completata e l’ avvio a regime è previsto dal prossimo15/05/2019, per un importo pari € 187.000,00 +iva.

Tale procedura consente:

  • Riduzione rischio da trasfusione: il percorso integralmente tracciato abbatte il rischio di errata trasfusione.
  • Informatizzazione completa della somministrazione: dalla richiesta alla somministrazione di sangue con verifica di ogni singolo passaggio. L’intero processo viene registrato e tracciato. Pertanto ogni eventuale errore viene evidenziato e il sistema, laddove possibile, blocca la prosecuzione.

Installazione nuovo sistema PACS interaziendale

Presso ASL1 è installato un sistema PACS (acquisizione, refertazione, distribuzione e archiviazione di immagini radiologiche) attivato nel 2007. Le funzionalità informatiche di sistemi di tale tipologie si sono notevolmente evolute, inoltre trattandosi di un sistema aziendale l’integrazione con i sistemi regionali è complessa e va sviluppata all’occorrenza.

È prevista la sostituzione integrale del sistema sia per le componenti software che hardware, un sistema interaziendale (ASL1, ASL2 e ASL5) estendibile a tutte le aziende sanitarie regionali.

Leggi anche:  Cantiere nautico sanremese premiato al concorso internazionale di Los Angeles

L’avvio dell’installazione del sistema è prevista per novembre 2019, mentre l’avvio a regime del nuovo sistema avverrà a gennaio 2020.

Il finanziamento di ASL1 è pari ad € 3.425.632,33+ iva (in 5 anni)

Miglioramenti strutturali

La Direzione Aziendale ha inoltre intrapreso importanti opere di ristrutturazione per lo stabilimento ospedaliero di Sanremo, in particolare gli interventi riguardano:

  • Il Blocco Parto e del reparto di Pediatria del padiglione Borea (costo complessivo € 750.000 iva inclusa)
  • Adeguamento ai requisiti minimi sanitari del piano 2° presso il padiglione Castillo (€ 600.000 iva inclusa)
  • L’adeguamento alla normativa di prevenzione incendi (costo complessivo € 950.000 iva inclusa)

Nuova procedura di presa in carico del piede diabetico.

La nuova procedura fornisce una risposta alla complessa problematica della patologia Piede Diabetico, attraverso interventi basati sulle evidenze scientifiche e garantisce un approccio multidisciplinare integrando i diversi livelli di assistenza, al fine di migliorare la presa in carico del cittadino e la qualità delle cure.

Tale presa in carico del paziente prevede un 1° livello di assistenza, con prescrizione per visita diabetologica del medico curante e prenotazione tramite CUP regionale con accesso presso i seguenti ambulatori:

  • CEM (Centro Endocrino Metabolico) Via Fiume Sanremo
  • CEM Ospedale Imperia
  • CEM Via Marconi Bordighera

Nei pazienti pervenuti alla struttura, il Diabetologo effettua, insieme all’infermiere e al Podologo della struttura, un inquadramento generale e vengono sottoposti ad esame clinico dei piedi, secondo il rischio di lesione.

Il diabetologo ha inoltre il compito di provvedere all’educazione terapeutica del paziente affetto da diabete, per la prevenzione delle lesioni al piede. Le informazioni generali sulle lesioni al piede devono essere fornite a tutti i pazienti, fin dall’esordio della malattia; quelli con condizioni di maggior rischio dovranno ricevere le adeguate  informazioni per prevenire la formazione delle ulcere e per accedere tempestivamente al centro diabetico in caso di comparsa di lesione al piede.

Segue, un 2° livello di assistenza e presa in carico da parte dell’ambulatorio di diabetologia del territorio e del Centro del piede diabetico presso i seguenti ambulatori:

  • Sanremo: CEM (Centro Endocrino Metabolico) Via Fiume
  • Imperia: Centro del Piede Diabetico – Day Hospital Chirurgia Vascolare V° piano Ospedale Imperia

Il Diabetologo effettua insieme all’infermiere:

  • una valutazione della lesione, un primo trattamento locale e la medicazione;
  • prescrizione della terapia antibiotica empirica ed eventuale esecuzione di tampone colturale per terapia antibiotica mirata;
  • educazione terapeutica per la gestione del problema attivo e per la successiva prevenzione delle recidive ed eventuale prescrizione delle ortesi;
  • possibilità di prenotazione di accertamenti strumentali utili alla diagnosi.

Se la lesione evidenzia condizioni critiche, il paziente verrà inviato al centro di 3° livello di assistenza, che ha sede presso il Day Hospital Chirurgia Vascolare V° piano Ospedale Imperia

Nel centro di terzo livello il Chirurgo vascolare, diabetologo e infermiere effettuano la valutazione della gravità della lesione e pianificano l’iter diagnostico, terapeutico e chirurgico, nonchè l’eventuale ricovero del paziente .

Gli interventi effettuati

Dallo scorso mese di febbraio 2019 a oggi sono stati seguiti 32 pazienti ed effettuati:

  • 105 prestazioni ambulatoriali con medicazioni, curretage delle lesioni e valutazioni vascolari con ecocolordoppler
  • 38 prestazioni in regime di Day Hospital con arteriografia e procedure radiologiche interventistiche

Marco Damonte Prioli

Sonia Viale

Stefania Russo

Clemente Mazzei

Marco Orsatti