Nelle scorse ore l’Associazione Amici di Libereso, presieduta da Tania Guglielmi, figlia dell’indimenticato “Giardiniere di Italo Calvino”, ha annunciato l’annullamento della quarta edizione di “Forza della Natura”, manifestazione dedicata a Libereso Guglielmi, che nelle tre precedenti edizioni si era tenuta al Forte di Santa Tecla. In una nota diffusa a nome dell’associazione da Claudio Porchia si fa presente che l’evento (previsto dal 20 aprile, data di nascita di Libereso, al Primo maggio) non si terrà per l’indisponibilità del Forte di Santa Tecla, richiesto dall’assessorato al Turismo per quegli stessi giorni: “L’associazione organizzatrice dell’evento “Amici di Libereso” – si legge nel comunicato stampa – aveva presentato nel mese di luglio dello scorso anno la richiesta di avere i locali del Forte e contestualmente avanzato la richiesta di inserimento nel calendario delle manifestazioni del comune di Sanremo. Dopo una prima concessione dei locali, nei giorni scorsi il Polo Museale con lettera scritta ha comunicato l’indisponibilità dei locali in quanto richiesti dall’assessorato alla Cultura del comune di Sanremo nel mese di dicembre per altra manifestazione”.

Leggi anche:  Bollette Rivieracqua: Fedozzi e Salerno incontrano i commercianti

Lo strascico polemico di Porchia e il vignettista Riverso

In seguito Porchia e il collega disegnatore Tiziano Riverso hanno pubblicato alcune vignette satiriche  legate al “caso Libereso”, forse ritenute offensive dagli ammministratori comunali ai quali erano rivolte. Le vignette sono poi state rimosse dal giornale online con il quale i due collaborano e la cosa non è stata gradita da Porchia e Riverso che su facebook, sotto un post in cui raccontano di essere stati “censurati”, hanno poi aggiunto: “Siamo stati licenziati”.